Omicidio di Istia, chiesto il processo per Benedetta | MaremmaOggi Skip to content

Omicidio di Istia, chiesto il processo per Benedetta

Marzocchi è accusata di aver ucciso sua madre nella villetta d’Istia d’Ombrone: è stata dichiarata incapace di intendere e volere
Omicidio di Istia: Benedetta Marzocchi all'uscita del carcere
Benedetta Marzocchi all’uscita dal carcere (foto Andrea Fabbreschi)

GROSSETO. È stata dichiarata incapace di intendere e volere. Ma il processo si farà lo stesso. O almeno, il sostituto procuratore Giampaolo Melchionna ha chiesto il rinvio a giudizio di Benedetta Marzocchi, 51 anni. La donna è accusata di aver ucciso sua madre, Giuseppina De Francesco, 76 anni, la notte dell’8 giugno 2023, tra l’1 e le 3 del mattino. 

È accusata di aver massacrato di botte l’anziana, di averla picchiata per 20 minuti. Avevano litigato, quella sera. Benedetta voleva che sua madre recitasse il Padre nostro con lei e che si facesse benedire con l’acqua. Perché – aveva detto – «la mamma è il diavolo». 

A processo per omicidio

Il massacro avvenne nella villa di via della Circonvallazione a Istia d’Ombrone, dove viveva la 51enne, figlia del notaio Marzocchi e dove la madre, era arrivata la sera del 7 giugno per portarle alcuni farmaci per il suo cane. 

Il pm Giampaolo Melchionna

Benedetta Marzocchi fu poi arrestata il 23 giugno: fin dalle prime ore, i carabinieri del nucleo investigativo di Grosseto capirono che dovevano cercare tra le mura di quella casa. Rinchiusa nel carcere di Sollicciano, la donna è stata seguita nel reparto psichiatrico

L’accusa nei suoi confronti è di omicidio volontario aggravato. Proprio per questo, anche se la perizia psichiatrica ha confermato che la donna non era capace di intendere e volere, il processo si farà. 

La giudice Cecilia Balsamo, nel corso dell’udienza preliminare, dovrà valutare se la cinquantunenne sia o meno socialmente pericolosa. Se la risposta sarà affermativa, la donna dovrà affrontare il dibattimento, per permettere ai giudici della corte d’assise di stabilire una misura di sicurezza. 

LEGGI ANCHE:

Omicidio di Istia: «La mamma era il diavolo». Pestata per 20 minuti

Uccisa perché «Aveva il diavolo dentro»: Benedetta incapace di intendere

Omicidio di Istia: affidata la perizia psichiatrica

Omicidio d’Istia: l’allarme dato solo dopo ore

Omicidio di Istia, Benedetta resta in carcere

Omicidio di Istia, il padre della donna fuori dal carcere

Omicidio di Istia, nessuna traccia di ladri nella villa

Istia, la figlia Benedetta indagata per omicidio volontario. Va in carcere

Tracce di pelle sotto le unghie di Giuseppina

Omicidio, finiti gli esami, la salma di Pina restituita alla famiglia

Omicidio di Istia, Giuseppina ammazzata di botte. L’autopsia

Omicidio, quanti misteri: aggressione o lite. I punti fermi

Omicidio, la figlia in ospedale: «Aggredita da uomini incappucciati»

Omicidio, i Ris tornano nella villa. Il figlio: «Una giustizia divina»

Omicidio di Istia, la figlia: «Sono stata aggredita»

Omicidio di Istia, il dramma di un’intera famiglia

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati