Vaiolo delle scimmie, primi 5 vaccini | MaremmaOggi Skip to content

Vaiolo delle scimmie, primi 5 vaccini

I casi accertati sono stati tre: la profilassi è riservata a chi presenta i fattori di rischio stabiliti dal ministero. Ecco come prenotarsi
Il vaccino per il vaiolo delle scimmie

GROSSETO. La vaccinazione contro il vaiolo delle scimmie è cominciata all’ospedale Misericordia di Grosseto: sono cinque i ragazzi, tutti tra i 25 e i 35 anni, che si sono presentati per la somministrazione della prima fiala aperta a Grosseto. 

«Nessuno di loro ha manifestato effetti collaterali – dice Cesira Nencioni, direttrice del reparto di Malattie infettive del Misericordia – ed erano tutte persone che presentavano fattori di rischio». A Grosseto, sono stati tre i pazienti che hanno contratto il vaiolo. Ma ad arrivare al pronto soccorso ricoperti di pustole, che fortunatamente non erano state causate dal “Monkeypox”, sono stati più di 10. 

Il test al quale sono stati sottoposti, è risultato negativo. 

Come richiedere la somministrazione

La somministrazione del vaccino come profilassi pre-esposizione a partire dai 18 anni di età, verrà offerta inizialmente alle persone che presentano i fattori di rischio rilevati dal ministero della Salute. 

Si tratta di personale di laboratorio con possibile esposizione diretta a orthopoxvirus e di persone gay, transgender, bisessuali e altri uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, che hanno avuto una storia recente (negli ultimi 3 mesi) con più partner sessuali, che hanno partecipato a eventi di sesso di gruppo o a incontri sessuali in locali, club, cruising, sauna, che abbiano avuto una recente infezione sessualmente trasmessa (almeno un episodio nell’ultimo anno) o che abbiano l’abitudine alla pratica di associare gli atti sessuali al consumo di droghe chimiche (Chemsex).

Le persone che hanno contratto l’Hiv vengono contattate direttamente dall’Asl per ricevere la dose di vaccino. 

«Abbiamo attivato una casella di posta elettronica apposita – aggiunge la dottoressa Nencioni – alla quale gli utenti possono scrivere per avere il vaccino. Durante ciascuna seduta dobbiamo somministrare cinque dosi, perché una volta aperta, la fiala, non può più essere conservata». 

Il vaccino viene somministrato con una puntura intradermica e per prenotarsi, è necessario inviare una email all’indirizzo: prep.gr@usltoscanasudest.gr.it

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected