Morì dopo la lite, ex militare condannato a 14 anni e 3 mesi | MaremmaOggi Skip to content

Morì dopo la lite, ex militare condannato a 14 anni e 3 mesi

Alessandro Boccagna era accusato di omicidio preterintenzionale per la morte di Ivo Tamantini: condannato a pagare 150.000 euro di provvisionale ai familiari dell’anziano
Alessandro Boccagna con l’avvocato Lorenzo

GROSSETO. È scoppiata in lacrime, quando ha sentito la presidente della corte d’assise del tribunale di Grosseto Laura Di Girolamo, leggere la sentenza. Ha pianto in aula, la figlia di Ivo Tamantini, l’anziano morto a 77 anni, dopo una lite scoppiata per una questione di confine. Ha pianto, per il dolore provato quando suo padre se n’è andato, dopo 34 giorni di coma. Strappato all’amore della donna, di sua sorella e della moglie che quel giorno, come ogni altro, lo stavano aspettando a casa. 

Ex militare condannato

È durata il tempo delle formalità e della lettura della sentenza, l’ultima udienza del processo, che vedeva come imputato Alessandro Boccagna, 56 anni, ex militare del Savoia accusato di omicidio preterintenzionale e violenza privata.

Il tribunale di Grosseto, mercoledì 6 marzo, ha condannato l’ex militare, difeso dall’avvocato Lorenzo Borghi, a 14 anni e 3 mesi di reclusione. Il sostituto procuratore Salvatore Ferraro, aveva chiesto una condanna a 15 anni di reclusione. 

I giudici della corte d’assise, hanno anche disposto il pagamento di una provvisionale di 50.000 euro per ciascuna delle familiari di Tamantini, che si sono costituite parte civile con l’avvocato Carlo Valle. 

Per il risarcimento, la Corte d’assise ha rinviato al giudice civile. L’avvocato di Boccagna, una volta depositate le motivazioni della sentenza, presenterà appello

LEGGI ANCHE: 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati