Chiusa a chiave in casa, dimessa dall'ospedale | MaremmaOggi Skip to content

Chiusa a chiave in casa, dimessa dall’ospedale

La novantunenne sta bene: è stata affidata ad alcuni parenti. I carabinieri stanno facendo ulteriori accertamenti
Una pattuglia dei carabinieri
Una pattuglia dei carabinieri

MARINA DI GROSSETO. È stata dimessa dall’ospedale e affidata ad alcuni parenti, la novantunenne che mercoledì 31 agosto era riuscita a lanciare l’allarme dopo essere stata chiusa a chiave nella sua abitazione, a Marina di Grosseto. 
Le condizioni di salute della donna, che è risultata ben orientata e lucida, sono buone: i medici quindi, hanno deciso che per la donna fosse arrivato il momento di tornare a casa. 

Indagini in corso

La donna non è stata riportata nel garage dal quale aveva lanciato l’allarme qualche giorno fa, facendo circolare, grazie all’aiuto di una donna che abita poco lontano, un video, nel quale spiegava di non poter uscire da casa, perché era stata chiusa dentro. 

I carabinieri erano intervenuti subito: la donna era stata poi affidata al 118 ed era stata ricoverata all’ospedale. Non aveva addosso segni di violenza: è in buona salute ed è anche lucida. «Voglio tornare nel mio appartamento, a Grosseto – diceva nel video – Non voglio stare chiusa qui dentro». 

I militari della stazione di Marina di Grosseto stanno facendo ulteriori accertamenti per stabilire se in questa vicenda siano stati o meno commessi reati

Quello che conta, però, è che la novantunenne che ha lanciato l’allarme da dietro agli scuri socchiusi della porta finestra della sua abitazione, uno dei tanti garage cui era stata cambiata la destinazione d’uso, è che stia bene e che non abbia subito alcuna violenza

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected