Alla stazione, sotto gli alberi "crescono" i rifiuti | MaremmaOggi Skip to content

Alla stazione, sotto gli alberi “crescono” i rifiuti

La sera il parcheggio è malfrequentato e pericoloso, malgrado i controlli delle forze dell’ordine
Rifiuti al parcheggio della stazione
Una foto dei rifiuti ai piedi di un albero nel parcheggio della stazione

GROSSETO. Ogni albero è un cestino. È proprio così, nel parcheggio che fiancheggia la stazione di Grosseto, gli alberi posizionati tra gli stalli si sono trasformati in raccoglitori di rifiuti. Giacciono abbandonati contenitori di olio per auto, lattine, bici rotte, bottiglie, buste varie. 

Sono ovunque sparsi su tutta l’area dei 130 posti auto e costringono gli automobilisti a fare slalom per parcheggiare. Ieri 20 dicembre era così, come si vede nelle foto, ma succede anche in altri giorni.

Della stessa “malattia” è affetto il vicolo che porta al terminal taxi e alla biglietteria della stazione. Le rastrelliere non accolgono le bici, ma sacchi neri dell’immondizia colmi di spazzatura.

La sera, il parcheggio si trasforma ancora e diventa pericoloso. È di qualche settimana fa la segnalazione di un lettore. «Il parcheggio è in condizioni assurde – aveva raccontato- ed è pericoloso. Ci sono gruppetti di persone che non raccomanderei a nessuno di incontrare. Sono sempre in giro in questa zona, con lattine e bicchieri di birra in mano, dalla mattina alla sera».

Non è la prima volta che l’area della stazione ferroviaria viene segnalata come un luogo pericoloso. Più volte integrata nei piani di controllo delle forze dell’ordine, rimane un punto della città in cui, soprattutto di sera, nonostante i lampioni accesi, chi si trova a passare da lì continua a sentirsi poco al sicuro. E la sporcizia abbandonata a terra, di certo non aiuta.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected