Tre amici e gli occhiali del brigante | MaremmaOggi Skip to content

Tre amici e gli occhiali del brigante

Hanno tutti meno di 30 anni e una grande passione: così nasce Mira Capalbio, tra amore per la Maremma e voglia di fare impresa
I tre soci di Mira Capalbio con i loro modelli di occhiali

CAPALBIO. Sono tre ragazzi, tutti sotto i trent’anni. A settembre hanno debuttato sul mercato con un modello di occhiali in acetato di cellulosa, materiale che si produce a partire dal cotone. Occhiali al cento per cento naturali, così come le custodie, in vera pelle, che questa volta interpretano un’altra fetta di storia maremmana: quella del brigantaggio

Il primo modello già sold out

Il primo modello messo in vendita con il marchio “Mira Capalbio” è sold out già da tempo. «Avevamo realizzato 200 paia di occhiali – dice Gianluca Bovicelli, uno dei soci di Mira Capalbio – e in poco tempo sono andati esauriti. Per questo abbiamo deciso di darci da fare e ora siamo pronti per far uscire il secondo modello, il Brigantello».

Bovicelli è un designer industriale che insieme a Emanuele Folli, altro giovane capalbiese che ha un negozio di abbigliamento nel centro della piccola Atene e Francesco Avagliano, titolare di un’erboristeria in riva alla laguna, hanno deciso di mettere su una società e provare a dedicarsi alla loro grande passione: gli occhiali, appunto. 

Il marchio si chiama “Mira Capalbio” e contiene, anche se solo in due parole, tutto l’attaccamento al territorio dei tre ragazzi. “Mira”, in maremmano, vuol dire “guarda”. E con questo gioco di parole, i tre ragazzi hanno cominciato a spopolare, esaurendo le scorte del primo modello di occhiali, il modello Maremma, realizzato in tre colori che ricordano ovviamente quello dei paesaggi della provincia di Grosseto. 

 

Due capalbiesi con gli occhiali Mira Capalbio

 

Mercoledì 16 marzo sarà disponibile invece il Brigantello. «Abbiamo voluto pensare a qualcosa che ricordasse l’epoca del brigantaggio – dice Bovicelli – un’epoca buia, nella quale personaggi come Tiburzi, morto proprio a Capalbio, avevano rappresentato una speranza per andare avanti e per continuare a credere in qualcosa». 

Innovazione e attenzione per la natura

L’innovazione sposa l’attenzione per la natura e per l’ambiente. I tre soci di Mira Capalbio hanno infatti scelto due artigiani che lavorano materie prime il più naturali ed ecologiche possibili: uno per la realizzazione degli occhiali e l’altro per la creazione di custodie in vera pelle. 

«Siamo partiti da zero – dice Bovicelli – abbiamo avuto soltanto la passione per gli occhiali a spingerci in avanti. Ovviamente ci auguriamo che questa nostra impresa possa diventare la nostra attività principale». Il legame con il territorio è fortissimo. «Per promuovere il primo modello che abbiamo realizzato – spiega – abbiamo organizzato uno shooting fotografico facendo indossare i nostri occhiali ai ragazzi e ragazze di Capalbio». 

I tre giovani imprenditori hanno anche vinto il premio “Cambiamenti” di Cna.

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected