Sfonda la vetrina del bar con un tombino | MaremmaOggi Skip to content

Sfonda la vetrina del bar con un tombino

Furto al Bar Galli: il ladro ha portato via il cassetto con 200 euro. Ladri scatenati anche al supermercato
Il bar Galli in via Santerno

GROSSETO. Ha spaccato il vetro della porta laterale del locale con un tombino che aveva avvolto in un tappeto. Poi è entrato dentro, ha sfilato il cassetto dove c’erano dentro 200 euro e qualche spicciolo, ed è scappato in bicicletta. È successo al Bar Galli in via Santerno, la sera di giovedì 28 aprile, poco prima di mezzanotte.  

Ieri mattina, invece, il passaggio del ladri è stato registrato al Carrefour in via Scansanese, poco lontano dal locale preso di mira giovedì sera. La telecamera di videosorveglianza del bar ha ripreso tutto. Il  ladro ha impiegato poco più di un minuto per sfondare la porta, entrare e scappare in sella a una bicicletta. 

Tre colpi con il tombino: «Sembrava il terremoto»

Erano le 23,50 quando è suonato l’allarme del bar che è arrivato sul cellulare del figlio di Rinaldo Galli, patron del locale con una lunghissima storia alle spalle. I condomini che abitano sopra al bar Galli hanno sentito tre colpi fortissimi. «Ci hanno detto che sembrava che ci fosse stato il terremoto – dice Galli – tanto erano forti i colpi dati sulla porta che dà sul retro. Lo abbiamo visto anche noi dalle immagini della telecamera: tre colpi, distinti, con un tombino di ghisa che era stato divelto dalla zona del parcheggio e che era stato anche avvolto in un tappeto». 

In poco più di un minuto e mezzo, il ladro è entrato, ha preso i soldi dalla cassa ed è scappato. «Ha portato via anche il cassetto – aggiunge Galli – c’erano dentro duecento euro e un po’ di spiccioli, soldi che lasciamo nella cassa per pagare le paste». 

Venerdì, per tutta la giornata, nel bar si è pensato a rimettere a posto la porta. Lunedì 2 maggio, il titolare andrà a sporgere denuncia

Non è la prima volta che viene preso di mira il Bar Galli. «Un paio di anni fa entrò un uomo con un coltello e me lo puntò contro – dice – Mi urlava: “Dammi i soldi o ti sgozzo”. Che potevo fare? Gli detti 50 euro e se ne andò. La situazione è diventata preoccupante, i controlli sono pochi e spesso ci sentiamo abbandonati dalla istituzioni». 

Raid nella zona

Sabato 30 aprile invece, a fare i conti con i ladri sono stati i responsabili del supermercato Carrefour in via Scansanese. Quattro ragazzi, tutti giovani, sono stati ripresi dalla telecamere mentre entravano dentro al supermercato, probabilmente per portare via bottiglie di alcolici. Alcune bottiglie di birra ancora chiuse sono state trovate vicine al parcheggio del bar Galli. 

I giovani sarebbero passati dalla porta che dà nel reparto gastronomia e che rimane sul retro del supermercato

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected