Rose rosse e commozione per Nello Bracalari | MaremmaOggi Skip to content

Rose rosse e commozione per Nello Bracalari

Domani, alle 16, l’orazione funebre a cura dell’Anpi. Lunedì mattina la cremazione a Sterpeto e poi la tumulazione delle ceneri
La camera ardente di Nello Bracalari
La camera ardente in Sala Pegaso

GROSSETO. La camera ardente allestita nella Sala Pegaso del Palazzo della Provincia piena di rose e fiori rossi, bandiere della Cgil e dell’Anpi. Non poteva essere altrimenti per il partigiano Nello Bracalari, scomparso ieri, 6 gennaio, all’età di 95 anni. 

Già da questa mattina, prima ancora che la sala venisse aperta al pubblico, ha iniziato ad arrivare tanta gente per dare l’ultimo saluto a un uomo conosciutissimo per il suo impegno in difesa della libertà e dei diritti, che non è mai venuto meno fino alle ultime settimane di vita. Lucida memoria storica che ha lasciato una profonda testimonianza di un passato che è bene non dimenticare.

Oggi pomeriggio, il grande libro delle firme era già oltre la metà delle pagine, pieno di messaggi affettuosi e tanti ringraziamenti per quello che la staffetta partigiana ha saputo insegnare. Occhi lucidi, commozione, abbracci tra chi non si vedeva da tempo e si ritrova in questa triste circostanza, davanti alla bara. Nello sorride in foto, con quel sorriso che non perdeva mai nemmeno quando si arrabbiava.

L’orazione funebre a cura dell’Anpi 

La camera ardente rimane aperta fino a stasera. Poi, domani 8 gennaio, alle 16, ci sarà l‘orazione funebre a cura del comitato provinciale dell’Anpi, di cui Nello è stata presidente fino al 2012, poi presidente onorario. La veglia prosegue fino a domenica sera. Poi lunedì mattina, la salma sarà portata a Sterpeto per la cremazione e la tumulazione delle ceneri.


LEGGI ANCHE

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected