Raccolta delle olive senza stress con l'avvolgitelo | MaremmaOggi Skip to content

Raccolta delle olive senza stress con l’avvolgitelo

Con il rullo, si facilita la raccolta di primizie come olive, noci e nocciole, si riduce la fatica dell’operatore e si ottimizzano i tempi

GROSSETO. Lo sapevate che esiste un rullo avvolgitelo per la raccolta delle olive? È lo speciale attrezzo nato dall’esperienza e dalla pratica, quella che da sempre contraddistingue la rivendita di ricambi per macchinari ed attrezzature, la S.e.r.a. Meoni di Luigi Carnazza di Grosseto, ha realizzato l’avvolgitore idraulico del telo per olive.

Un’innovazione che in agricoltura mancava. E che è nata da un’intuizione di Luigi, anche lui olivicoltore,  che si è sempre reso conto dell’immensa fatica che si fa a raccogliere le olive. 

Vent’anni fa, Luigi e i suoi figli, hanno avuto un’idea che poi è stata copiata ovunque. Ma che porta la targa “made in Grosseto”.

 

Questo avvolgitore idraulico è un macchinario agricolo di produzione propria, che serve nella raccolta delle olive ma anche di noci o nocciole, insomma, per ogni coltivazione che richiede il l’utilizzo di teli per raccogliere i frutti.

Il macchinario agevola le operazioni che sono solitamente svolte a mano come tendere e stendere i teli. L’attacco può essere a forca o a terzo punto posteriore.

Ma come funziona il nuovo macchinario?

Il telo viene fissato ai lati del macchinario, così può essere avvolto e allo stesso modo srotolato per essere messo sotto l’albero da cui raccogliere i frutti. Così il telo può rimanere sempre sotto il controllo della macchina. Trasportarlo, avvolgerlo e srotolarlo saranno operazioni ben più facili e veloci di quelle fatte solitamente a mano. Nella raccolta delle olive, ad esempio, regine dei nostri autunni maremmani, dallo spostamento tra gli alberi al raggruppamento delle drupe, il rullo risulterà uno strumento molto utile in tutte le operazioni sul campo.

Una storia lunga settant’anni

La S.E.R.A, Società Emporio ricambi agricoli, nasce dopo la fine della Seconda guerra mondiale. Fin dall’inizio, l’azienda si è occupata dei ricambi agricoli, ed è stata la prima in Maremma a offrire questo servizio.

Nata grazie alla lungimiranza di Carnazza che aveva previsto da subito il grande sviluppo agricolo che la Maremma aveva in quegli anni, la Se.r.a. forniva ricambi agricoli per attrezzi. E ovviamente l’azienda si è innovata fino ad arrivare ai giorni nostri ed esser leader nel settore.  

Nel 2014, la società si è fusa con la ditta Meoni: Luigi ha infatti sposato Tiziana e così è nata la S.E.R.A Meoni. Poi, sono entrati i loro due figli, Claudio e Margherita Carnazza con la moglie Ilaria e il marito Leonardo .

Un’azienda, la Sera Meoni, che è cresciuta anche grazie a un altro fattore importantissimo: la passione e la dedizione che gli ottimi dipendenti hanno da sempre dimostrato nei confronti della società per la quale lavorano. 

Informazioni

S.e.r.a Meoni

Via Pisa 46 Grosseto

Tel. 056423369


Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Condividi

WhatsApp
Facebook
Telegram
Email
LinkedIn
Twitter

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik