Castiglione della Pescaia celebra Italo Calvino | MaremmaOggi Skip to content

Castiglione della Pescaia celebra Italo Calvino

A 100 anni dalla nascita del grande scrittore, il Comune ha organizzato una serie di eventi per tutto il 2023. Il 15 ottobre, sarà conferita la cittadinanza onoraria postuma
La tomba di Italo Calvino (e della moglie) a Castiglione della Pescaia
La tomba di Italo Calvino e della moglie Esther Judith Singer

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA.  Con la prima conferenza, Castiglione della Pescaia ha inaugurato l’anno Calviniano, a 100 anni dalla nascita di uno dei protagonisti della letteratura italiana del 900: Italo Calvino, nato a Cuba, a Santiago de Las Vegas de l’Habana nel 1923.

Da ligure innamorato del mare e dell’orizzonte infinito davanti agli occhi, lo scrittore aveva, infatti, scelto la pineta di Roccamare come buen retiro e qui ha concepito e scritto tra le sue pagine più belle. Il romanzo Palomar è nato sotto i pini secolari di questo angolo di paradiso. Come era stata la sua precisa volontà, le sue spoglie riposano al cimitero comunale che sovrasta il paese dall’alto della collina.

Riconosciuto a livello mondiale come un intellettuale di grande impegno politico, civile e culturale, Calvino è morto all’ospedale di Siena il 19 settembre 1985, dopo che si era sentito male il 6 settembre, proprio nella sua villa di Roccamare.

Chi lo ha conosciuto quando era a Castiglione lo ricorda come un uomo molto educato, addirittura schivo nei modi. Capitava in paese per qualche commissione, ma soprattutto per spedire uno dei suoi tanti telegrammi che partivano verso tutto il mondo. Semplice a dir poco, come è stata la sua scrittura, asciutta e incisiva per ogni rigo e parola. Una persona sempre elegante, ma assolutamente non appariscente, con un fascino magnetico.

Da quasi 40 anni la sua tomba è meta di visite continue, in molti lasciano una penna in segno di omaggio. Così come succede per la tomba di un suo amico: lo scrittore Carlo Fruttero, scomparso il 15 gennaio del 2012, sempre a Roccamare, anche lui cittadino onorario di Castiglione della Pescaia.       

Castiglione. la tomba di Italo Calvino
Castiglione. la tomba di Italo Calvino @maremmaoggi

Il progetto messo a punto dal Comune per celebrare Calvino

Il Comune ha organizzato eventi per tutto il 2023, con il momento clou il 15 ottobre, giorno della nascita di Calvino, quando verrà assegnata la cittadinanza onoraria postuma, durante un Consiglio comunale aperto.

Intanto, sono già stati posizionati 15 pannelli con le vignette regalate al Comune da Sergio Staino, per ricordare il grande scrittore. All’interno della Biblioteca comunale che porta il suo nome, inaugurata nel 2005 dalla vedova Esther Judith Singer (scomparsa nel 2018 riposa nella tomba accanto al marito), è stata allestita una stanza, curata dalla direttrice Patrizia Guidi, che espone foto e libri regalati al Comune dalla vedova.  

In biblioteca ci saranno tre appuntamenti ogni mese:

  • una lettura teatrale a cura del Teatro Studio, con accompagnamento musicale dell’Agimus sezione di Grosseto
  • un reading per i più piccoli, da “Fiabe italiane”, a cura della compagnia AnimaScenica
  • e un incontro con Stefano Adami, profondo conoscitore di Italo Calvino, che ogni mese affronterà un aspetto diverso della vita e delle opere dello scrittore.

Le prime due date sono venerdì 20 gennaio, con letture dal libro “Sotto il sole giaguaro” e la rappresentazione teatrale delle fiabe “Il drago dalle sette teste”, “Fanta-Ghirò persona bella” e “Pelle di vecchia”, a cura della compagnia AnimaScenica

Venerdì 27 gennaio Stefano Adami affronta l’argomento “Calvino e i sensi”.

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected