Uccisa a 54 anni da una malattia rarissima | MaremmaOggi Skip to content

Uccisa a 54 anni da una malattia rarissima

Il suo sorriso scaldava il cuore di chi la incontrava: lascia il marito e due figlie. La salma è esposta all’obitorio: il ricordo della sindaca Romina Sani
Una veduta di Cinigiano e, nel riquadro, Alessandra Cherubini

CINIGIANO. Chi la ricorda prima della malattia che l’aveva colpita ormai dieci anni fa, ripensa al suo sorriso e si commuove. Alessandra Cherubini aveva appena 54 anni: è morta nella notte tra martedì 3 e mercoledì 4 gennaio all’ospedale di Grosseto, dov’era ricoverata. Una malattia rara, quella che ha ucciso Alessandra, portandola via dall’amore del marito Giampiero Vagaggini, delle figlie Veronica e Federica, di tutti i parenti e degli amici che le sono rimasti accanto in questi lunghi anni. 

La salma di Alessandra è esposta all’obitorio e i funerali saranno celebrati domani, giovedì 5 gennaio, alla chiesa di Porrona alle 11, a cura delle onoranze funebri La Pace. 

L’amore e la forza 

C’è stato tanto amore e tanta forza nella storia di Alessandra, un amore e una forza che sono state condivise con la sua famiglia, che ha lottato insieme a lei contro una rarissima malattia che piano piano l’ha strappata al loro affetto. 

Ma prima che le sue condizioni si aggravassero, a Porrona tutti sono stati scaldati dal suo sorriso. «Era sempre sorridente e solare – ricorda la sindaca di Cinigiano Romina SaniAndavamo a scuola di ballo insieme ed era una donna piena di vita». Con la sua forza e con la sua determinazione, ha visto le sue due figlie raggiungere e tagliare il traguardo della laurea. 

Poi le sue condizioni si sono aggravate: Alessandra se n’è andata, lasciando un vuoto incolmabile in chiunque l’abbia conosciuta. 

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected