Morellino classica apre con l'arpa e annuncia un programma spettacolare Skip to content

Morellino classica apre con l’arpa e annuncia un programma spettacolare

Ribattezzato “il festival dei coraggiosi” nel 2020, questo 2023 apre con una vibrante performance dell’arpista Virginia Pestugia che dà il via a un calendario ricco di eventi
Valentina Pestugia, Lorenzo Cavallari, Antonio Bonfilio Morellino classica
Da sinistra: Virginia Pestugia all’arpa, Lorenzo Cavallari (Banca Tema) e Antonio Bonfilio (Morellino Classica)

GROSSETO. La avvicina a sé. Poi Virginia Pestugia poggia la testa sul legno della sua arpa tirata a lucido, come a chiederle «Sei pronta?». La accarezza e la giovane talentuosa del Conservatorio Tomadini di Udine, anche senza spartito come guida, mostra alla platea di Grosseto come uno strumento dalle origini così antiche, può bene adattarsi ai virtuosismi più contemporanei. Riuscendone a far brillare anche le pause.

Virginia, classe 1999, in questo periodo sta frequentando un periodo di studio al Conservatorio reale di Bruxelles e suona l’arpa dall’età di 8 anni. Le corde che arriva a toccare non sono solo quelle dello strumento che ama. Sulle note dei brani di Mannino, Parish Alvars, Hersant, Hosokawa e Godefroid ha chiuso con spettacolare maestria la conferenza di presentazione di Morellino Classica 2023. A ennesima dimostrazione che i giovani talenti selezionati dalla rassegna sanno dare soddisfazione ai sensi e all’anima.

Virginia Pestugia
Virginia Pestugia

Prima della brillante esibizione dell’arpista, martedì 28 giugno, il protagonista della sala Marraccini della Banca Tema (uno dei principali partner del festival), è stato il programma della rassegna Morellino Classica. Dopo la prima “overture” di Montepulciano, è ora entrato nel vivo. Le vibranti corde di Virginia Pestugia e un applauso che faticava a scostarsi dalla sua esibizione, hanno inaugurato una serie di incontri che associano il paesaggio della Maremma alla musica. Che i protagonisti siano giovani talenti o rinomati fuoriclasse, per gli spettatori ogni appuntamento sarà un’esperienza che promette di essere memorabile. Già l’inizio lo è stato. 

Morellino Classica: il festival dei coraggiosi

Il programma di Morellino Classica è stato presentato dalla giornalista Elisabetta Russo, insieme a Lorenzo Cavallari (affari generali Banca Tema), Antonio Bonfilio (direttore di Morellino Classica) e Fabrizio Pasquini (Engel&Völkers, partner della rassegna). Per Banca Tema questo dodicesimo appuntamento con il festival rappresenta un sodalizio consolidato per un istituto che «Desidera investire sulla Maremma, e quale miglior investimento se non la cultura e la musica» ha detto Cavallari. 

Per Pasquini, legare il brand dell’azienda a Morellino Classica è un’occasione per celebrare le affinità col festival, che valorizza le esclusività e le eccellenze. «Prima del prodotto, credo che dobbiamo far risaltare le eccellenze del territorio dove risiede» ha concluso Pasquini.

Come hanno sottolineato sia Russo che Bonfilio, la rassegna mette insieme, musica, natura e vino. Unisce tutti i sensi lasciando allo spettatore un’esperienza completa, da ricordare, dove è possibile anche incontrare direttamente gli artisti. Molti sono i luoghi toccati dalla rassegna, 2mila i musicisti che ha portato su territorio tra stelle e giovani talenti. Divisi tra palchi prestigiosi e location naturali e aziendali esclusive.

“Il festival dei coraggiosi”, ribattezzato così perché anche nel 2020 non si è fermato nonostante la pandemia, nello stesso anno è stato nominato su Amazon Prime USA e UK nel video “The winery”. Ha avuto visibilità su Rai 3 e negli ultimi anni è cresciuto in prestigio e partecipazione. «Siamo spinti dalla sensibilità, dalla sete di conoscenza e dello stare bene attraverso la musica – ha detto Bonfilio – Con Morellino Classica cerchiamo di esaudire i desideri del pubblico. La musica ci ama tanto quanto noi siamo chiamati ad amarla».

Così, per amore della musica, il programma durerà tutta l’estate per finire il 6 gennaio 2024. Il prossimo appuntamento è 1° luglio, quando altri due giovani, Fiamma Nola (flauto) e Anthony Signorelli (chitarra) suoneranno a Scansano. Il primo concerto ospitato in uno dei più suggestivi luoghi della Maremma arriva il 2 luglio. All’alba, alle 5.30, il sito etrusco di Ghiaccioforte sarà il palcoscenico degli ottoni della Cappella Musicale Pontificia Sistina (direttore Giuseppe Calabrese).

Poi saranno molti gli ospiti attesi (si pensi anche a Felicity Lott il 29 luglio) e ogni data avrà la sua bella dose di spettacolo in serbo per tutti.

Per tutti gli appassionati è possibile effettuare l’abbonamento che copre tutte le date. Per tutte le informazioni è visitabile la pagina web dedicata al link: Morellino Classica Festival.

Tutte le date di Morellino Classica 2023

Dopo le date del 1°, del 19 e del 27 giugno, ecco il programma di Morellino Classica 2023, anche in versione digitale, scaricabile al link: Programma Morellino Classica 2023.

  • 1 Giugno alle 16.30 – Roma – sede Associazione stampa estera – presentazione del programma musicale e del libro fotografico sui 12 anni di attività.
  • 19 Giugno alle 21 – Montepulciano – teatro Poliziano – musiche, danze, costumi della tradizione Coreana con il patrocinio di Banca Tema.
  • 27 Giugno alle 17 – Grosseto – conferenza stampa di presentazione nella sede centrale Banca Tema, sala Maraccini con  Virginia Pestugia all’arpa.
  • 1° luglio alle 17 – Scansano – Presentazione alla cittadinanza – palazzo delle Esposizioni con Fiamma Nola al flauto e Anthony Signorelli alla chitarra.
  • 2 Luglio alle 5.30 – Scansano (concerto all’alba) sito etrusco di Ghiaccioforte con gli ottoni della Cappella Musicale Pontificia Sistina (dir. Giuseppe Calabrese).
  • 7 Luglio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – Polina Osetinskaya al pianoforte e Maxim Novikov, alla viola.
  • 8 Luglio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – Les Amateurs Virtuoses: pianisti Julien Kurtz – Brice Martin – Thomas Yu.
  • 9 Luglio alle 11 – Scansano – teatro Castagnoli – Valerio Premuroso, pianoforte: “Concerto del mattino”.
  • 9 Luglio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – duo pianoforte a quattro mani: Marco Schiavo – Sergio Marchegiani. Durante la “3 giorni pianistica” sarà allestita, nel palazzo delle Esposizioni una mostra personale della pittrice Zita Magnani dal titolo “La mia Maremma”.
  • 15 Luglio alle 21 – Montemerano – chiesa di San Giorgio – con Karen Shahgaldyan al violino e Maxim Novikov alla viola.
  • 16 Luglio alle 19 – Scansano – chiostro del Petreto – Giuseppe Nova, flauto – Maurizio Fornero al clavicembalo.
  • 22 Luglio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – Marco Filiberti, regista – Pietro Bonfilio al pianoforte (dedicato alle celebrazioni proustiane)
  • 23 Luglio alle 19 – Grosseto – Val delle Rose – Guy Mintus, pianoforte – Daniela Skorka, soprano.
  • 29 Luglio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – Felicity Lott, soprano – Jacqueline Bourges-Maunoury al pianoforte.
  • 13 agosto alle 19 – Seggiano – castello di Potentino – Svetlana Bereznaya, clavicembalo e pianoforte – Carlos Pardo, pittore.
  • 15 agosto alle 21 – Montemerano – chiesa di San Giorgio – Floraleda Sacchi, arpa
  • 17 agosto alle 19 – Seggiano – castello di Potentino – Davide Alogna al violino, Stefano Trabucchi, liutaio. Presentazione del libro “Il violino svelato” di Stefano Trabucchi con il giornalista Roberto Messina.
  • 20 agosto alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – Estrio: Laura Gorna al violino, Cecilia Radic al violoncello, Laura Manzini al pianoforte. Mostra personale, allestita nel Palazzo delle Esposizioni, del pittore Antonio Chessa dal titolo “la musica nella mia pittura”.
  • 6 Gennaio alle 21 – Scansano – teatro Castagnoli – opera lirica – Orchestra e cantanti coreani in Italia (dir. Deun Lee).

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati