Il Comune risparmia sulle luminarie per aiutare le famiglie Skip to content

Il Comune risparmia sulle luminarie per aiutare le famiglie

Il 7 dicembre l’accensione dell’albero in piazza dà il via alle festività natalizie, durante le quali sarà pubblicato un bando da 30mila euro per aiutare chi è più in difficoltà
Albero di Santa Fiora addobbato per Natale, sullo sfondo la torre dell'orologio
Luminarie natalizie a Santa Fiora

SANTA FIORA. Il 7 dicembre, alle 16, con l’accensione dell’albero di Natale in piazza Garibaldi, iniziano nel paese gli eventi delle festività natalizie. Nell’occasione ci sarà anche lo spettacolo dei burattini con il Teatrino Valentino. Per il borgo amiatino però saranno delle feste con meno luci.

Il Comune, infatti, ha scelto di risparmiare sulle luminarie e destinare le risorse alle famiglie. Non mancheranno comunque gli eventi, soprattutto quelli dedicati ai bambini e poi la bellissima fiaccolata del 30 dicembre, che richiama ogni anno a Santa Fiora migliaia di visitatori.

Un Natale con meno luci ma più calore

«Il Natale è la festa dell’incontro – sostiene Federico Balocchi, sindaco di Santa Fiora – e dopo gli anni limitati dalla pandemia lo sarà ancora di più. Vogliamo che tutte le famiglie lo vivano con serenità ed armonia. Per questo l’amministrazione comunale ha pensato anche a chi è più in difficoltà. Abbiamo così deciso di abbassare un po’ le luci delle luminarie e con le risorse risparmiate abbiamo finanziato un bando da 30mila euro – precisa – Sarà pubblicato durante le festività natalizie per le famiglie in difficoltà a causa del caro energia. In momenti difficili è giusto fare a meno di qualcosa e decidere quali sono le priorità».

Il sindaco auspica che questo Natale tutti possano riscoprire il gusto dello stare insieme. «Di essere una comunità capace di accogliere anche chi viene da fuori – racconta – come i tanti turisti che durante le festività affollano l’Amiata. Lo faremo con gli eventi, molti sono dedicati ai bambini. E con la nostra bellissima fiaccolata, che animerà la sera del 30 dicembre con il rito propiziatorio delle carboniere accese. Abbassiamo, quindi, le luci – conclude – e mandiamo in scena un Natale di solidarietà, che accenda i nostri sorrisi e la voglia di stare insieme».

«Nei prossimi giorni pubblicheremo il calendario degli eventi – aggiunge la vicesindaca Azzurra Radicchi – ringraziamo già da adesso la Pro loco e i volontari delle associazioni per il grandissimo lavoro che stanno facendo sugli addobbi e nell’organizzazione delle iniziative»

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected