Via Roma, notti di caos. Residenti e commercianti: «Divieti necessari» Skip to content

Via Roma, notti di caos. Residenti e commercianti: «Divieti necessari»

Il gruppo di vicinato di via Roma e dintorni apprezza i divieti decisi dal Comune. Rifiuti ingombranti lasciati in via Trento
La polizia nella zona della stazione, controlli anche in via Roma
La polizia nella zona della Stazione, nel quadrilatero che comprende anche via Roma

GROSSETO. Il gruppo di vicinato di via Roma e dintorni, il quadrilatero dove spesso polizia e carabinieri intervengono per problemi di vario genere, apprezza l’ordinanza del Comune di vietare la vendita di alcolici, nella zona, dalle 21 alle 6.

«L’ordinanza si fa norma – scrivono -. Per i residenti e gli imprenditori della zona si tratta di un importante tassello, atteso da tempo. Il Comune ha risposto ad una nostra richiesta di aiuto specifica, ascoltando i cittadini residenti: va apprezzato, perché troppo spesso la politica lo fa, parlando di massimi sistemi senza contestualizzare».

«Intanto il Comune, la polizia municipale, la questura, i carabinieri e la guardia di finanza, sotto la attenta regia della prefettura, stanno mettendo in campo il massimo sforzo consentito in un sistema giudiziario nazionale e normativo regionale che non offre molta possibilità di arginare questi livelli di degrado e microcriminalità».

«Sono anni che chiediamo di limitare la vendita incontrollata di bevande alcoliche anche ai minorenni, come lo sviluppo di intere zone che non sembrano appartenere alla nostra Grosseto, dove persino per entrare in casa nostra dobbiamo chiedere permesso, dove la differenza culturale diventa controvalore, degrado, insicurezza, invece che una poliedricità di profumi, colori e visioni del mondo come dovrebbe essere».

«Oggi leggiamo di strali lanciati su una norma che per noi è un punto di partenza importante, ma nessuno dei tanti che parlano a nome dei cittadini, si è mai ultimamente interfacciato con le persone che abitano nelle zone e che sono rimaste qui da decenni».

«Speriamo che arrivino altre norme di questo tipo»

«Come residenti, come commercianti, che si muovono da sempre nelle norme e a cui queste “strette” non fanno certo paura, speriamo che questa sia solo la prima di altre azioni atte a limitare quello che noi abbiamo sotto gli occhi ogni giorno».

«Chi acquista alcolici a tarda sera in questa zona e li consuma per strada, provoca degrado sociale, schiamazzi, risse, minacce e si permette persino di espletare i propri bisogni corporali in giro, sui muri, sui portoni, sulle auto, abbandona rifiuti ovunque, spaccando vetri che possono ferire facilmente animali, e persone, sopratutto bambini».

«Basta una norma a risolvere i problemi di via Roma e dintorni? Certamente no».

«Ma per chi come noi convive con questo da anni, ed è ormai consapevole dei limiti che leggi e norme hanno per contrastare questo impoverimento sociale ed economico (come il valore delle nostre case che crolla… ci pensa mai nessuno?) una variazione stringente sul regolamento di polizia urbana, pare un importante segnale, che apprezziamo».

«Come apprezziamo l’impegno delle istituzioni tutte, e in particolare di i tutti i ragazzi delle forze dell’ordine che ogni giorno è ogni sera provano a vigilare su questa un tempo splendida e viva zona della città».

Rifiuti ingombranti da giorni abbandonati in via Trento

Da giorni, peraltro, in via Trento, ci sono rifiuti ingombranti abbandonati. Sono lì almeno da giovedì. Non è chiaro se sia perché Sei non è ancora passata a ritirarli o se sono stati semplicemente buttati in strada.

I rifiuti abbandonati in via Trento
I rifiuti abbandonati in via Trento

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati