Travolge motociclista in via Brigate Partigiane | MaremmaOggi Skip to content

Travolge motociclista in via Brigate Partigiane

L’incidente in via Brigate Partigiane fa scoppiare di nuovo la polemica. Alcuni residenti: «Questa strada è troppo pericolosa»
La moto a terra dopo l'incidente in via Brigate Partigiane
La moto a terra dopo l’incidente in via Brigate Partigiane

GROSSETO. La macchina usciva da via Pisacane e voleva infilarsi nella Cittadella dello studente, attraversando via Brigate Partigiane. Ma non ha visto la moto che, da Grosseto Sud, andava verso viale Mascagni.

L’impatto è stato inevitabile e violento. Il giovane sulla moto è caduto a terra. È stato portato in ospedale, ma le sue condizioni non sono gravi.

È successo intorno alle 18,30 di martedì 20.

Sul posto una pattuglia della polizia municipale.

La polizia municipale sul luogo dell'incidente, in via Brigate Partigiane
La polizia municipale sul luogo dell’incidente, in via Brigate Partigiane

I residenti: «Via Brigate Partigiane è pericolosa»

Ma l’ennesimo incidente fa scoppiare la polemica. Sul posto hanno fatto capannello alcuni residenti che sottolineano la pericolosità di via Brigate Partigiane: «Soprattutto questo incrocio, con l’attraversamento verso le scuole, è pericoloso. Succedono troppi incidenti. Forse ci vorrebbe lo spartitraffico centrale, come in viale Mascagni».

Certo, rispetto a viale Mascagni, la strada è un po’ più stretta. Ma questa ipotesi potrebbe anche far tornare l’antico progetto di far diventare la strada a doppio senso, in modo da completare la circonvallazione intorno al centro ed evitare l’assurda gimkana in via Tito Speri e poi in via del Mille, creando un altro incrocio altrettanto pericoloso. Oltre a ingorghi di traffico.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected