Spaccata al ristorante per pochi spiccioli: danni ingenti - LE FOTO Skip to content

Spaccata al ristorante per pochi spiccioli: danni ingenti – LE FOTO

L’allarme è suonato nel cuore della notte: i ladri hanno utilizzato un estintore per sfondare la porta del ristorante del Tce. È il secondo furto in pochi mesi
La cassa aperta

GROSSETO. L’allarme sul cellulare dei gestori del ristorante del Tce è scattato alle 3.26 del mattino. Il vigilante era già lì, quando ha visto un’ombra allontanarsi di corsa. «Quando siamo arrivati era tutto sottosopra – dice Marco Cianiè la seconda volta in pochi mesi che subiamo danni così ingenti per rubare soltanto pochi spiccioli». 

Sfondano il vetro con l’estintore

Marco Ciani ed Emiliano Giuggioli, gestori del ristorante del Tce, avevano lasciato il locale da poco. Il tempo di arrivare a casa, andare a letto e prendere sonno che l’allarme sul loro cellulare è suonato. 

Chi è entrato nel locale ha utilizzato un estintore per sfondare la vetrata della porta: si è accanito anche su una finestra, prendendola a sassate. Una volta aperta, è passato da lì per entrare. «Abbiamo trovato la cassa aperta – dice Ciani – ma dentro c’erano soltanto pochi spiccioli. Dopo il furto che abbiamo subito qualche mese fa, nel locale non lasciamo più nulla». 

I gestori del ristorante domenica 18 settembre hanno trovato anche l’estintore che sarebbe stato utilizzato per la spaccata. Sopra c’era il nome del bar Sport, ma non sarebbe stato rubato nel locale vicino allo stadio. 

Il vigilante ha dato l’allarme alla polizia che ha fatto subito un sopralluogo. 

Resta però l’amarezza. «Lavoriamo con fatica come tutti i nostri colleghi – dice Ciani – ed è già la seconda volta che ci prendono di mira. Il parcheggio qui è completamente al buio e purtroppo, nonostante il sistema di allarme, i ladri agiscono indisturbati. Noi non ne possiamo più». 

Sul furto, indaga la polizia. 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected