Rifiuti nelle frazioni: nuovi cassonetti, vecchie abitudini Skip to content

Rifiuti nelle frazioni: nuovi cassonetti, vecchie abitudini

A Stiacciole un piccolo spiazzo coi cassonetti “classici” è luogo di abbandono di ogni genere di rifiuto, a Roselle la nuova sistemazione non agevola gli anziani
I rifiuti abbandonati nella piazzetta a Stiacciole

GROSSETO. Mentre le frazioni della città si dotano di cassonetti “intelligenti”, alcuni angoli conservano ancora quelli di vecchia concezione. Angoli che da isole ecologiche si trasformano però spesso in piazze dell’abbandono. Come succede a Stiacciole, oramai da settimane.

Il piccolo spiazzo all’incrocio tra via Scansanese e la strada delle Conce, è oramai nel mirino di chi si vuol disfare dei rifiuti anche più ingombranti. Piuttosto che chiamare il servizio di ritiro a domicilio o portarli all’Ecolat di Grosseto, alcuni preferiscono lasciare tutto lì, a due passi dalla strada e da una scuola materna.

Lì ci sono anche dei cassonetti utilizzabili senza tessera, in quel punto accolgono i rifiuti di chi passa sulla via ma non solo. «Hanno messo i secchioni con la tessera nelle zone intorno a Stiacciole – racconta un residente – le persone che la tessera non la hanno o non la vogliono usare, vengono a buttare la spazzatura qui. Alcuni giorni c’è un accumulo pazzesco».

I cassonetti a Stiacciole

Disagi anche a Roselle

Da qualche settimana i cassonetti di nuova concezione sono arrivati anche nella frazione di Roselle. Alcune foto poco confortanti hanno accompagnato il loro debutto. C’era chi preferiva lasciare la spazzatura a terra, anche se per usarli non c’è ancora bisogno di tessera. Ci sono stati anche giorni che l’accumulo era tale da trovarli così colmi da non riuscire ad aprirli.

A soffrire di più del loro arrivo però sembrerebbero soprattutto gli anziani.

I nuovi cassonetti a Roselle (foto di Andrea Terrosi)

In via Batignanese, sul lato opposto rispetto alla farmacia, sono stati messi insieme alcuni dei nuovi cassonetti. Danno la possibilità di conferire in un luogo solo diverse tipologie di rifiuti. La piazza lì davanti rende sicuramente anche più agevole la sosta delle auto di chi si ferma per utilizzarli.

Alcuni residenti però segnalano che i cassonetti prima presenti in via del Tino sono stati tolti senza essere sostituiti dai nuovi. La loro assenza andrebbe a discapito di molti anziani, che si trovano così a fare molta più strada e un percorso poco agevole, solo per andare a buttare la spazzatura.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected