Pnrr: pioggia di milioni per la città | MaremmaOggi Skip to content

Pnrr: pioggia di milioni per la città

Gli investimenti toccheranno molti settori, dalle scuole, allo sport, dall’ambiente alla viabilità. Il Comune si è aggiudicato anche altri bandi
Follonica e il pnrr
Follonica

FOLLONICA. Col Pnrr arrivano più di 25 milioni di euro per la città. Una cifra sostanziosa che aiuterà a festeggiare i 100 anni di Follonica con ancor più entusiasmo. Contando anche gli altri investimenti, che arrivano da altri bandi, la cifra aumenta fino quasi a raddoppiare. Solo il polo scolastico nel parco centrale infatti raggiunge quota 17 milioni.

Un grande successo di squadra

La cifra annunciata dal sindaco Andrea Benini e dalla sua giunta è presentata con orgoglio e compostezza. Senza dimenticare che è frutto di un lavoro collettivo. «Quasi la totalità (oltre il 90%) dei bandi a cui abbiamo partecipato è andato a segno – dice Benini – Si tratta di un grande investimento dal punto di vista strategico e progettuale. Questo sforzo del Comune viene premiato con una bella cifra. Un grazie enorme va ai nostri uffici e ai nostri tecnici. Hanno dimostrato davvero grandi capacità e tempestività».

Gli investimenti e le opere che arriveranno toccano molti ambiti della città. Ad essere premiate dal Pnrr sono stati soprattutto gli interventi di edilizia scolastica, la riqualificazione di Senzuno, l’efficientamento degli edifici pubblici, la digitalizzazione, gli interventi sulla rete fognaria e sulla ciclovia tirrenica.

La scuola tra i settori con maggiori risorse

«Lasceremo al futuro della città un’idea di scuola pubblica che si rinnova e si rigenera – dice Benini – Molti di questi progetti sono nati con un’idea di base innovativa, pensati insieme a chi queste scuole le vive. Si torna a reinvestire sulla scuola pubblica, per migliorare quelle già esistenti e crearne di nuove. Ci sarà una vera e propria batteria di scuole rinnovate – precisa Benini – Non è finanziato dal Pnrr il polo scolastico delle medie previsto al parco centrale. Verrà realizzato con altri 17 milioni di investimenti».

La stessa logica, quella della partecipazione con chi vive la città (e in questo caso le vie), è stata osservata per il progetto di Senzuno. Qui sarà rivalutato un intero quartiere, il cantiere è prossimo alla partenza: nel 2024 dovrà essere raggiunto il 40% dei lavori.

Il Pnrr toccherà il palazzo comunale e gli edifici pubblici come il Magma, per interventi di efficientamento energetico. Agevolerà la digitalizzazione dell’ente e permetterà alcuni interventi sulla rete fognaria, per circa 1 milione di euro. Non da meno sono le opere previste per la ciclovia tirrenica (860 mila euro), che vedranno Follonica crescere come un suo importante snodo.

Gli altri finanziamenti

Follonica non sarà toccata solo dal Pnrr. Gli uffici del Comune in questi anni sono riusciti a partecipare con successo a vari bandi e iniziative. Uno di questi è quello che punta a salvare la Colonia Marina Luigi Pierazzi, per la quale sono stati sbloccati recentemente 2 milioni di euro.

Un altro progetto è quello del “Next Ilva”, dove sono in campo 200mila euro per la “fabbrica della bellezza”. Altri 8 milioni saranno destinati alla riqualificazione dell’Ilva. Altri finanziamenti poi toccheranno rispettivamente la riqualificazione delle strade, il Palagolfo, la realizzazione di orti urbani e un intervento da oltre 300 mila euro su via isola di Caprera. Lì verranno realizzati parcheggi e aree verdi, insieme a una terza postazione di bike sharing. Altri 800 mila euro saranno destinati alla messa in sicurezza idraulica. Per il collettore nella zona industriale in via dell’agricoltura, che serve a risolvere un altro problema molto sentito dai cittadini.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected