2 milioni al Comune: il recupero della Colonia Marina prosegue Skip to content

2 milioni al Comune: il recupero della Colonia Marina prosegue

Ora è arrivato il momento di individuare i soggetti privati interessati a recuperare e gestire l’intera area, l’amministrazione ha tempo 17 mesi
Colonia Marina Luigi Pierazzi
La Colonia Marina Luigi Pierazzi col sindaco Andrea Benini e la giunta

FOLLONICA. Con la firma della convenzione tra il Comune e la Presidenza del Consiglio dei ministri, l’amministrazione comunale fa un ulteriore passo in avanti verso la riqualificazione della Colonia Marina Luigi Pierazzi.

Con la sottoscrizione del documento, infatti, l’amministrazione ha accettato i 2 milioni di euro di finanziamento (arrivati grazie al Piano nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate). Si impegna così a seguire le precise indicazioni firmate.

La Convenzione che è appena stata sottoscritta prevede tempi stringenti. Il comune si è impegnato a trasmettere entro 17 mesi le delibere di approvazione dei progetti definitivi o esecutivi degli interventi.

Una corsa iniziata nel 2015

Per ristrutturare il bene pubblico, il Comune di Follonica nel 2015 aveva partecipato al bando della Presidenza del Consiglio dei ministri (Dipartimento per le pari opportunità) cercando un finanziamento per il proprio progetto di riqualificazione, dal titolo “Colonia Marina: centro polifunzionale per attività sociali, culturali e di interesse collettivo”.

I fondi, arrivati nell’autunno 2021 in seguito allo scorrimento della graduatoria, sono riservati al recupero delle due torrette laterali dell’edificio. Per la parte restante della struttura, anch’essa da recuperare, era stato pensato un percorso ad hoc alternativo. Ovvero un rapporto di partenariato pubblico privato. Dopo la firma della convenzione con la Presidenza del Consiglio dei ministri, è quindi arrivato il momento di individuare i soggetti privati interessati a recuperare la Colonia Marina. Si dovranno anche occupare della gestione del bene, coerentemente con gli interessi pubblici.

Servirà un privato per eseguire i lavori e gestire la Colonia

Con questo nuovo paso in avanti, l’Amministrazione comunale chiederà ai privati di elaborare una proposta progettuale complessiva per l’immobile della Colonia. Una proposta che salvaguardi il progetto già individuato per le due torrette laterali. Per permettere la realizzazione del progetto complessivo verrà indetta poi una manifestazione di interesse. Servirà a intercettare il soggetto privato che dovrà eseguire i lavori e, successivamente, gestire il bene pubblico.

«Come abbiamo detto già in passato – spiega il sindaco Andrea BeniniIl Comune da solo non avrebbe potuto sostenere le spese dell’intero progetto. Ma la volontà è sempre stata quella di recuperare la Colonia Marina senza venderla ad un privato. Abbiamo quindi deciso di acquisire proposte di recupero dell’edificio con lo strumento del project financing. Ovvero quella forma di finanziamento delle opere pubbliche o di pubblica utilità, fondata sull’utilizzo di risorse alternative a quelle pubbliche e sul coinvolgimento di soggetti privati. I 2 milioni di euro che abbiamo ottenuto – conclude – saranno destinati al recupero delle torrette ma gli interventi si svolgeranno contestualmente al recupero di tutto l’edificio, quando cioè avremo individuato anche il soggetto privato che si farà carico del progetto».  

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected