Pescano 6300 ricci, multa di 12mila euro | MaremmaOggi Skip to content

Pescano 6300 ricci, multa di 12mila euro

Tre pescatori di frodo, con le bombole, sorpresi a Senzuno dalla Guardia Costiera di Piombino
Tre pescatori di frodo, con le bombole, sorpresi a Senzuno dalla Guardia Costiera di Piombino
Sequestrati 6300 ricci di mare

FOLLONICA. I ricci di mare si possono pescare, ma è una specie tutelata e ci sono dei limiti di legge. Se ne possono raccogliere fino a 50 a persona. Inoltre, con le bombole non si può pescare e, in subacquea, si può farlo solo dall’alba al tramonto.

I tre pescatori di frodo, in un colpo solo, hanno violato tutte le norme: avevano un quantitativo enorme di ricci (6300) e pescavano di notte, con le bombole.

Stavolta, però, sono stati colti in flagrante dalla Capitaneria di Porto-Guardia costiera di Piombino. Così, dopo alcune segnalazioni, i militari della Guardia Costiera di Piombino,  hanno individuato e sanzionato a Senzuno tre subacquei che pescavano di notte con le bombole.

I tre pescatori sorpresi ancora in acqua

I tre uomini sono stati trovati ancora in acqua mentre stavano per concludere la nottata di pesca, che era tra l’altro stata anche molto fruttuosa. Nell’occasione è stata contestata la cattura e detenzione illecita di un ingente quantitativo di ricci di mare, circa 6300 esemplari, per certo destinati, (senza alcuna garanzia di tracciabilità commerciale e sanitaria), al mercato della ristorazione in altre regioni d’Italia.

Ai due è stata comminata un’ammenda di 12mila euro per pesca subacquea notturna (la normativa vigente ne consente l’effettuazione solo dall’alba al tramonto); per superamento del limite di cinquanta ricci a persona e per aver pescato tramite l’ausilio di autorespiratori.

Una tecnica questa che rischia, visto l’ingente quantitativo, di disperdere in pochi anni molte specie di fauna marina che invece devono essere protetti.

Gli echinodermi sono stati sequestrati dai militari e conservati vivi per il successivo rilascio in mare, come dicono le norme in materia di tutela delle risorse ittiche e della fauna marina.

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik