Perseguitano la loro figlia, saranno processati | MaremmaOggi Skip to content

Perseguitano la loro figlia, saranno processati

Anni di telefonate e appostamenti davanti alla scuola del figlio. Le lettere choc: «Morirai da sola, sei cattiva, vorrei sapere di chi sei figlia»
Il tribunale di Grosseto
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. Sono stati anni pieni di dolore, quelli passati da una donna che, una volta lasciata la casa dei suoi genitori, aveva deciso di chiudere con loro ogni rapporto. Anni difficili, come difficile è stata quella decisione, resa ancor più tragica a causa del comportamento della madre e del padre della donna che per 8 anni l’avrebbero tormentata

Costretta a cambiare abitudini e numero di telefono

Dal 2010, anno nel quale la donna ha deciso di andarsene da casa  e fino al 2018, i genitori della cinquantunenne, assistita dall’avvocata Francesca Carnicelli, avrebbero minacciato e molestata la donna, tanto da costringerla a cambiare non soltanto abitudini di vita, ma anche il suo numero di telefono. Per non ricevere più quelle telefonate, che le arrivavano continuamente. 

Qualche volta trovava i suoi genitori davanti alla scuola frequentata da suo figlio, altre le arrivavano delle lettere: «Sei una str… – si legge – nessuno ti vorrà bene, sei una disgrazia, morirai da sola, sei una cattiva e ribelle, vorrei capire di chi sei figlia». 

La donna era tata costretta a rivolgersi al Centro antiviolenza, perché i suoi genitori, nonostante abitino a Piombino, l’avrebbero minacciata di raggiungerla a Grosseto e spaccare tutto e contattavano continuamente amici e parenti della vittima pur di avvicinarla, nel tentativo di riallacciare i rapporti con lei tramite suo figlio». 

La cinquantunenne, alla fine, non ce l’ha fatta più e ha sporto querela alla polizia. Il padre e la madre, difesi dall’avvocata Monica Bertolini del foro di Livorno, saranno processati. la sostituta procuratrice Valeria Lazzarini ha chiesto l’imputazione coatta per i due, dopo che il giudice aveva rigettato la richiesta di archiviazione

Il processo per stalking sarà celebrato di fronte al giudice Marco Bilisari e si aprirà il prossimo ottobre. 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati