Il Nobel Giorgio Parisi al premio Capalbio | MaremmaOggi Skip to content

Il Nobel Giorgio Parisi al premio Capalbio

Tra i premiati, anche i giornalisti Antonio Di Bella e Massimo Giannini
Una veduta di Capalbio
Una veduta di Capalbio

CAPALBIO. Undicesima edizione con il botto per il “Premio internazionale Capalbio Piazza Magenta”, che anche quest’anno non delude le aspettative, premiando grandi autori e personalità in ambito scientifico, politico, storico, musicale, giornalistico e letterario.

Tra i premiati, anche il Nobel per la Fisica del 2021, Giorgio Parisi, cui viene assegnato il prestigioso riconoscimento nella sezione “saggistica scientifica” per il suo “Un volo di storni” (Rizzoli). Pagina dopo pagina, il libro è un viaggio nella mente geniale del fisico che ha cercato le regole dei sistemi complessi, perché quelli semplici, come dice lui stesso, gli sono sempre sembrati un po’ troppo noiosi.

La cerimonia di premiazione è in programma il 26 agosto alle 17.30, all’anfiteatro del Leccio, in via Pascoli, a Capalbio e sarà condotta, come ormai è d’abitudine, dalla giornalista Eleonora Daniele, mentre l’attrice Irene Grazioli leggerà alcune pagine dei libri premiati.

Le opere sono state selezionate da una giuria presieduta da Mirella Serri e Giacomo Marramao, direttori del premio, da Giancarlo Bosetti, dal sindaco di Capalbio Gianfranco Chelini, il giornalista Furio Colombo, Matteo Fabiani, Marisa Garito, Maria Concetta Monaci, Alessandro Orlandi, Denise Pardo, Giuppi Pietromarchi e Rossella Sleiter.

Come ogni anno, la segreteria del premio è curata dalla giornalista e scrittrice, Dianora Tinti.

Ecco gli autori premiati

  • Sezione Letteratura, Maria Pia Ammirati, per il romanzo “Vita di una donna straordinaria” (Mondadori). Ammirati è stata vicedirettrice di Rai 1, presidente del Comitato pari opportunità della Rai, responsabile di Uno mattina, Linea Verde, Verdetto finale, La vita in diretta e Domenica In. Ha diretto Rai Teche, che gestisce l’archivio storico radiotelevisivo della Rai. Presidente di Istituto Luce Cinecittà, a novembre 2020, è stata nominata direttrice di Rai Fiction. “Vita di una donna straordinaria”, racconta la storia di Nadia, rumena vissuta in un ambiente feroce e durissimo, che si trova a compiere un terribile viaggio nel cuore oscuro dell’Europa della prostituzione
  • Sezione Politica internazionale e informazione, premio alla carriera per Antonio di Bella, uno dei più famosi volti del giornalismo Rai, ha diretto il Tg3, di Rai 3 e Rai News 24. Corrispondente della Rai dagli Stati Uniti, con “L’assedio. Washington 06/01/2021”, ha raccontato l’attacco alla sede del Congresso cui aveva assistito in diretta, esponendosi in prima linea per documentarlo. A ottobre 2022 uscirà “Le immagini raccontano. Gli Stati Uniti d’America” (Rizzoli), una storia degli Stati Uniti per immagini
  • Sezione Saggistica storica, Emanuele Fiano, per il saggio “Ebreo” (Piemme). Deputato e saggista che si è sempre impegnato nel campo del contrasto ai fenomeni di neofascismo, in questo libro, Fiano riflette sul significato profondo di una parola antica e ricca di suggestioni
  • Sezione Filosofia, Umberto Galimberti, per il saggio “Il libro delle emozioni” (Feltrinelli). Filosofo e psicoanalista, in questo ultimo libro descrive il rapporto conflittuale tra la mente e il cuore. Una guida straordinaria per esplorare una terra ancora in gran parte sconosciuta e ritrovare il nostro spazio intimo, che da tempo non ci appartiene più
  • Sezione Storia della musica, premio speciale della giuria a Mimma Gaspari per il libro “La musica è cambiata?!” (Baldini & Castoldi). Gaspari, per circa trent’anni si è occupata dei percorsi promozionali dei cantanti contribuendo alla nascita e al successo di quel fenomeno che furono i cantautori. Ha lavorato con Patty Pravo, Nada, Renato Zero, Enzo Jannacci, Gabriella Ferri, Lucio Dalla, Gianni Morandi, Paolo Conte, solo per citarne alcuni, ha promosso anche artisti stranieri, tra cui Frank e Nancy Sinatra, Sammy Davis, Gene Pitney, Maurice Chevalier e Connie Francis
  • Sezione Giornalismo, premio a Massimo Giannini, direttore de “La Stampa”. Da editorialista a vicedirettore del quotidiano “la Repubblica”, conduttore televisivo del programma “Ballarò”, direttore di Radio Capital, è uno dei volti, delle voci e delle firme più seguite nei diversi campi dell’informazione
  • Sezione Musica e spettacolo, Marcello Panni, per “Hyperion di Maderna” con la voce narrante di Carmelo Bene
  • Premio al Territorio e l’Italia che ci piace al libro “Volontari del Comitato di Grosseto della Croce rossa italiana. 2020 l’anno più lungo. Piccole luci nella notte del Covid (Effigi). Cronaca semplice di piccoli fatti, generosità inattese, faticosi soccorsi in emergenza, nuove conoscenze in un mare di solitudini, di bisogni, di sofferenze, di lutti. 
  • Premio Fondazione Capalbio alla traduzione, ex equo a Fabio Cremonesi per la traduzione del romanzo di David Leavitt “La lingua perduta delle gru”, a Sem ed Enrico Terrinoni, per “Ulisse” di James Joice. Menzione speciale a Giorgio La Malfa che ha curato la traduzione, il progetto editoriale e il saggio introduttivo e cronologico del testo di John M. Keynes, “Teoria generale dell’occupazione, dell’interesse e della moneta e altri scritti”, edito per i Meridiani di Mondadori, 2019. Notizie sui testi e note di commento di Giorgio La Malfa e Giovanni Farese.

Un premio che è un “riconoscimento militante”

«Questo premio si è affermato a livello nazionale come riconoscimento “militante”», spiegano Mirella Serri e Giacomo Marramao, co-direttori dell’evento.  «I saggisti e i narratori che vengono insigniti del “Capalbio internazionale Piazza Magenta” rappresentano sempre un livello qualitativo altissimo.

Quest’anno poi si tratta di un evento assolutamente speciale poiché sarà a Capalbio con il premio Nobel per la fisica Giorgio Parisi. I premiati si inseriscono nella tradizione di Capalbio terra di dibattiti, di confronto e anche di scontro, di opinioni culturali e politiche destinate ad avere grande importanza sul territorio nazionale. Quest’anno grazie alla presenza del professor Parisi uno dei temi da affrontare sarà la difesa dell’ambiente».

Oltre al Comune di Capalbio e alla Fondazione Capalbio, un grazie va ai numerosi e sostenitori e sponsor, tra cui Banca Tema, Human Company, Hotel Valle del Buttero, Vini Monteverro, Trattoria La Torre da Carla, Libreria Bastogi.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected