Il caso-Bruni ancora non si placa, scontro Pd-maggioranza | MaremmaOggi Skip to content

Il caso-Bruni ancora non si placa, scontro Pd-maggioranza

Manciano, caso Bruni, Giomarelli Pd: «Teatrino patetico». La maggioranza: «Il Pd sa bene perché le deleghe sono state ritirate»
Manciano, da sinistra il sindaco Mirco Morini, il segretario del Pd, Alessandro Giomarelli e l'ex vice sindaca Valeria Bruni
Manciano, da sinistra il sindaco Mirco Morini, il segretario del Pd, Alessandro Giomarelli e l’ex vice sindaca Valeria Bruni

MANCIANO. Botta e risposta fra la minoranza di Manciano, con il segretario del Pd Alessandro Giomarelli, e la maggioranza che guida l’Amministrazione. Al centro c’è ancora il caso-Bruni, l’ormai ex vicesindaca, a cui il sindaco Morini ha ritirato le deleghe.

Giomarelli (Pd): «Vicenda Bruni, teatrino patetico»

Così il segretario del Pd Unione Comunale Manciano, Alessandro Giomarelli.

«Abbiamo assistito in questi giorni ad un continuo riferimento alla minoranza consiliare, quando la revoca delle deleghe del vice sindaco è una questione totalmente interna alla maggioranza».

«Il sindaco la smetta di nascondersi dietro narrazioni distorte e chiarisca ai cittadini le vere motivazioni che lo hanno portato alla revoca delle deleghe di Valeria Bruni, in quanto il teatrino al quale stiamo assistendo è da definire quantomeno patetico».

«Mirco Morini per vincere le elezioni ha messo insieme anime completamente differenti, arrivando persino a far entrare nella squadra altri esponenti del centro sinistra e portando Valeria Bruni a non proseguire il suo tentativo di formare la propria lista elettorale».

«Fin dall’inizio era chiaro che quel tipo di gruppo completamente eterogeneo non avrebbe potuto amministrare in sintonia e armonia il Comune di Manciano, essendo nato esclusivamente per giocare la singola partita elettorale».

«Da un anno l’amministrazione non fa altro che litigare e i dissidi tra i vari membri non si limitano solo alla ex vice sindaca Bruni; la quale ha dovuto pagare il prezzo più alto, non tanto per le affermazioni della minoranza, ma per essere stata individuata dai suoi colleghi come il primo capro espiatorio di un’amministrazione che non è in grado di governare il nostro territorio».

La maggioranza: «Il Pd sa bene perché sono state ritirate le deleghe a Valeria Bruni»

In merito alle dichiarazioni uscite a mezzo stampa dal segretario del Pd Manciano, la maggioranza consiliare dichiara che «tutte le informazioni sulla revoca dell’assessore Valeria Bruni sono da ricercare nel verbale dell’ultimo consiglio comunale».

«Ci sorprende come il segretario del Pd, invece, non sia in linea e in comunicazione con i rappresentanti della minoranza in consiglio e che debba cercare sulla stampa locale le risposte alla revoca, peraltro tanto chiare quanto doverose».

«E ci stupisce come la segreteria del Pd non sappia perché il sindaco abbia deciso di revocare le deleghe alla Bruni considerando che in consiglio la minoranza ha affermato di avere un rapporto stretto e costante con la ex vicesindaca, e così anche il Pd. Più passa il tempo e più, invece, rimaniamo basiti dal comportamento tenuto da Valeria Bruni».

Leggi anche

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati