Giglio e Argentario a Giani: «Subito il segretario dei porti» | MaremmaOggi Skip to content

Giglio e Argentario a Giani: «Subito il segretario dei porti»

Ancora bloccata la nomina del segretario dell’Autorità portuale regionale. Decide Viareggio, ma i porti “minori” chiedono chiarezza
Il porto all'Isola del Giglio
Il porto di Isola del Giglio

ISOLA DEL GIGLIO. Sapete cosa significa entro e non oltre il 31 ottobre 2021? Significa che il 4 novembre siamo fuori da quanto stabilito. Ma quando si litiga, in politica, le scadenze lasciano il tempo che trovano.

Questa premessa per spiegare cosa sta accadendo all’Autorità portuale regionale che, pare strano ma è così, ha sede a Viareggio e gestisce il porto di Viareggio, ma ha in carico anche altri tre porti: Marina di Campo all’isola d’Elba, Porto Santo Stefano e Isola del Giglio. Porti “minori” dal punto di vista di Viareggio, ma che hanno comunque necessità di avere un governo efficiente.

Al momento, con il decreto del presidente della Giunta Regionale 161/2021 e il successivo 225 del 30 settembre 2021, i quattro porti sono guidati dal commissario straordinario, l’ingegner Antonio De Crescenzo. Ma nel decreto 225 si scrive chiaramente: non oltre il 31/10/2021. Cioè 5 giorni fa.

Decreto_del_Presidente_n.225_del_30-09-2021

Per, ora, nonostante quanto scritto e sottoscritto, la nomina del segretario non c’è. Pare che Eugenio Giani e il sindaco di Viareggio Giorgio Del Ghingaro (sostenuto da Partito Democratico e liste civiche) non siano d’accordo sul nome.

La rabbia dei sindaci di Porto Santo Stefano e del Giglio

Intanto gli altri tre porti aspettano. Ma non stanno zitti. Infatti i due sindaci di Porto Santo Stefano e Isola del Giglio hanno diffuso un comunicato congiunto, nel quale traspare l’irritazione.

«I sindaci dei Comuni di Monte Argentario e Isola del Giglio sottolineano la necessità che sia rapidamente nominato il nuovo responsabile della Autorità Portuale Regionale al fine di rendere pienamente funzionante un Ente tanto importante e vitale per la gestione e lo sviluppo dei porti. L’interesse delle comunità da loro rappresentate è quello che il segretario della Authority sia soggetto capace di interpretare equanimemente e parimenti le esigenze di tutti e quattro i porti a gestione Autorità Regionale».

«Conseguentemente chiedono al presidente della giunta regionale di fare presto nella nomina di un qualificato professionista specializzato nella portualità. Soluzioni diverse, che rischierebbero di essere lette come di parte, non garantirebbero la necessaria terzietà del segretario e rischierebbero di non consentire ai vari sindaci di continuare a considerare l’Authority un soggetto staccato dalle logiche di parte, così come il precedente segretario è riuscito per anni a consentire. Invitiamo con decisione il presidente Giani a procedere alla nomina secondo le logiche prospettate e, quanti interessati alla nomina stessa, a rinunciare ad eventuali necessità localistiche in favore di un più vasto e generale interesse».

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected