Finanzieri aggrediti, il trentunenne resta in carcere | MaremmaOggi Skip to content

Finanzieri aggrediti, il trentunenne resta in carcere

L’uomo non ha risposto alle domande del giudice: è accusato di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale
L'ingresso del tribunale
Il tribunale di Grosseto

GROSSETO. Non ha parlato, davanti al giudice per le indagini preliminari Marco Mezzaluna. Difeso dall’avvocato Massimo Parenti, martedì 8 febbraio in tribunale, si è celebrata l’udienza di convalida dell’arresto di Moustpha Tawil, il 31enne che insieme ad altri due connazionali ha aggredito i finanzieri durante un controllo in via Unione Sovietica, sabato 5 febbraio.

L’uomo, accusato di resistenza e spaccio, è stato trovato con 150 grammi di sostanze stupefacenti: aveva con sé eroina, cocaina e hashish. Portato in carcere in via Saffi dopo l’arresto, per ora resterà in cella.

 

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik