Elena, Giulia, Giorgia: Egg, quando lo street food è di qualità | MaremmaOggi Skip to content

Elena, Giulia, Giorgia: Egg, quando lo street food è di qualità

Nell’ex edicola di piazza Albegna un locale per cibo veloce e gourmet, con madre e due figlie: «Materie prime di livello, per dare qualità». Lunedì 30 alle 18 inaugurazione
Le tre protagoniste di Egg: Giulia, Giorgia e Elena. Inaugurazione lunedì 30 alle 18
Le tre protagoniste di Egg: Giulia, Giorgia e Elena. Inaugurazione lunedì 30 alle 18

GROSSETO. Dall’uovo nasce tutto. E nell’uovo c’è tutto quello che serve.

Ma Egg, uovo, è anche l’acronimo di Elena, Giulia e Giorgia. La madre e le due figlie, e non se l’avrà a male l’altra madre, e nonna, Flora, che fa parte del progetto.

Un progetto che ha un nome, Egg, e un credo: “qualità“. Perché si può fare qualità anche con lo street food, soprattutto se vivi in Maremma, dove le materie prime sono le migliori.

Lunedì 30, dalle 18 in poi, con un aperitivo di inaugurazione, parte l’avventura. Ma Elena, Flora, Giulia e Giorgia ci lavorano da tempo, perché niente sia lasciato al caso.

Siamo in piazza Albegna, davanti al tribunale.

Qui, per tanti anni, c’è stata un’edicola. Chiusa, come tante altre in città, perché non rendeva più.

Ma per la collocazione e gli spazi attorno si è rivelata perfetta per il progetto di Elena Marchetti. Che l’ha attrezzata trasformandola in un chiosco elegante, con qualche tavolo fuori, un giardino dove fermarsi a bere qualcosa. Dalla colazione all’aperitivo.

«A 45 anni ho deciso di rimettermi in gioco, credendo in quella che è sempre stata la mia grande passione – ci dice Elena -.Ho dedicato la mia vita alla famiglia, realizzandomi prima come moglie e poi come madre, adesso che le mie figlie sono grandi ho deciso di vivere questa nuova avventura che mi realizza anche come donna indipendente ed autonoma».

Decisivo l’appoggio del marito, Francesco Del Mazza, che l’ha incoraggiata a lanciarsi in questa avventura, con le due figlie: «Sì, è così. Un grazie enorme a mio marito Francesco che ha sempre supportato e condiviso in pieno il mio sogno».

Panini gourmet, chips “vere”, 17 tipi di carne. Vini locali e birre artigianali

«Abbiamo fatto una lunga ricerca delle materie prime – dicono le donne di Egg. Siamo convinte che se sono eccellenti, qualunque piatto venga perfetto».

«Chi verrà da noi potrà mangiare un panino che non sarà un semplice panino: avremo pesce fresco ogni giorno, in base alla stagionalità, sempre l’aragosta e il granchio. E poi abbiamo 17 tipi diversi di carne, dalla maremmana al black angus, passando per il canguro, il cervo, il bufalo. E tante altre tutte da provare, magari con le nostre salse originali e sfiziose. Faremo le patatine tagliate a mano, quelle vere. Insomma, vogliamo dare qualità, per mangiare bene anche se si è di fretta, per avere dieci minuti di piacere assoluto, anche se sono solo dieci minuti».

Egg sarà anche colazione, anche all’americana per chi vorrà coccolarsi un po’ più a lungo e, ovviamente, aperitivi. «Abbiamo fatto una scelta di vini di livello, puntando molto sulle etichette locali, bollicine comprese. E poi abbiamo una grande varietà di birre artigianali».

Il resto lo farà il sorriso di Elena, Giulia, Giorgia e Flora.

Perché, in fondo, dentro l’uovo c’è tutto.

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected