Donna si perde nel bosco: arrivano i carabinieri | MaremmaOggi Skip to content

Donna si perde nel bosco: arrivano i carabinieri

Era stata vista sdraiata sui tavolini da pic-nic nella macchia di Cala Violina, poi si era addentrata in una zona poco accessibile
Carabinieri forestali
Carabinieri forestali

SCARLINO. La hanno rintracciata nella sera del 28 settembre, dopo una ricerca che ha messo insieme ogni indizio utile. La donna si era addentrata nel bosco il giorno precedente e aveva finito per perdersi in una zona poco accessibile.

La pattuglia del nucleo carabinieri forestale di Monterotondo Marittimo ha dato seguito a una chiamata da parte di un cittadino preoccupato. Aveva segnalato una donna in evidente difficoltà, sdraiata sui tavolini da pic-nic all’interno della macchia vicina a Cala Violina.

I carabinieri si sono subito attivati. Arrivati sul posto hanno notato che lungo una stradina che conduce alla zona descritta dal cittadino, era stata parcheggiata un’auto. Risultava intestata proprio alla persona da ricercare.

La ricerca nel bosco

L’attività di ricerca da parte dei militari è quindi proseguita all’interno del bosco, nelle zone impervie della vasta pineta che da Cala Violina portano verso Cala Martina.

Allertati dall’Arma, sul posto erano arrivati anche i vigili del fuoco: da lì a breve sarebbe calato il buio e il loro supporto sarebbe stato fondamentale nel caso le ricerche si fossero protratte fino a tarda ora.

Poco prima dell’imbrunire però, i carabinieri forestali sono stati attirati da alcuni lamenti, che hanno permesso di individuare la donna. Versava in precarie condizioni, accovacciata all’interno di un bosco di macchia mediterranea difficilmente accessibile. I carabinieri la hanno trovata molto provata dalle tante ore trascorse all’aperto, nonché dalla mancanza di cibo e acqua.

Il primo gesto dei militari non appena la hanno trovata è stato, infatti, quello di dare alla donna dell’acqua in modo che potesse immediatamente reidratarsi.

Portata fuori dal bosco, la donna è stata affidata agli operatori del 118, intervenuti sul posto con un’ambulanza.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati