Distretto di Barbanella "ridotto", la rabbia dei cittadini Skip to content

Distretto di Barbanella “ridotto”, la rabbia dei cittadini

Il punto prelievi ora è aperto solo il lunedì e il mercoledì. Per l’Asl il numero di prestazioni effettuate non giustifica un’apertura per più di due giorni
L'ingresso del distretto sanitario di Barbanella
L’ingresso del distretto sanitario di Barbanella

GROSSETO. Solo due giorni per le analisi del sangue e le altre attività del punto prelievi al distretto sanitario di Barbanella, a Grosseto: il lunedì e il mercoledì, dalle 8 alle 12. L’Asl sudest ha ridotto i giorni di apertura del servizio, ma per i cittadini è un vero disagio e sale la rabbia.

«Il servizio funzionava benissimo, con il personale gentile e disponibile e la possibilità di arrivare qui in pochi minuti, parcheggiare comodamente, evitando file e affollamento», dice una signora. Il suo sfogo è quello di tante altre persone, che sono andate al distretto per il prelievo o per consegnare un campione e si sono trovate davanti la porta sbarrata. Peraltro senza indicazioni del nuovo orario all’esterno. Per molti è stata una sorpresa dato che non sapevano della chiusura per alcuni giorni della settimana, in cui normalmente trovavano aperto. 

L’Asl, a dire il vero, aveva fatto una comunicazione il 25 novembre, per informare i cittadini del nuovo orario. «Dal 30 novembre – aveva scritto l’Azienda ai giornali – l’attività dei prelievi di sangue al distretto di Barbanella sarà modificata. I cittadini potranno continuare a eseguire gli esami il lunedì e il mercoledì, dalle 8 alle 12. Negli altri giorni infrasettimanali e il sabato saranno, come sempre, operativi il centro prelievi dell’ospedale Misericordia e quello del distretto di via Don Minzoni».

Un servizio importante per il quartiere

Ma per chi vive nel quartiere di Barbanella, andare in ospedale o in via Don Minzoni non è la stessa cosa. La comodità di avere un punto prelievi più facilmente accessibile, in molti casi, fa la differenza.

«Qui vivono tante persone anziane – continua la donna che ha fatto la segnalazione a MaremmaOggi – che hanno difficoltà a muoversi. In ospedale i parcheggi sono sempre occupati, anche quelli per i disabili, e il punto prelievi si raggiunge solo a piedi se non si ha il tagliando dell’handicap. In via don Minzoni è praticamente impossibile lasciare la macchina. Comprendiamo tutto, anche la necessità di risparmiare, ma non è giusto farlo sempre sulle spalle dei cittadini tagliando i servizi. E poi – conclude la donna – non si dovrebbe evitare di concentrare troppe persone nello stesso posto?»

La risposta dell’Asl

«Come da comunicato stampa inviato il 25 novembre scorso – ha scritto l’Asl – l’Azienda ha provveduto a informare in tempo utile i cittadini sulla variazione di giorni e orari dei prelievi al distretto di Barbanella, comunicazione avvenuta anche sui social aziendali. Inoltre presso il distretto sono stati apposti cartelli informativi di avviso all’utenza.

La decisione di rimodulare l’attività è motivata e supportata dai dati relativi alle prestazioni erogate in tale sede fino a quel momento. Il personale infermieristico e amministrativo operativo a Barbenella, nei giorni di chiusura va a potenziare il servizio in via Don Minzoni, dove, dal giorno della variazione, non si é comunque riscontrato un aumento significativo degli accessi».

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected