Cala di Forno, a piedi attraverso il parco | MaremmaOggi Skip to content

Cala di Forno, a piedi attraverso il parco

Appuntamento domenica 29 gennaio, riapre l’itinerario A4: taglio del nastro e trekking fino alla spiaggia. Ecco come fare per partecipare
La spiaggia di Cala di Forno

ALBERESE. È fissata per domenica 29 gennaio la riapertura di uno dei più suggestivi ed apprezzati itinerari del Parco della Maremma, quello che collega Marina di Alberese alla bellissima spiaggia di Cala di Forno dopo l’accordo fatto con il patron di Prada, Patrizio Bertelli, che ha acquistato l’area e con Antonella Vivarelli Colonna, proprietaria di vaste aree nella zona del Collecchio. Dopo 4 anni di attesa, finalmente si potrà raggiungere una delle spiagge più belle e selvagge della Maremma, attraverso un percorso lungo 17 chilometri. 

Una passeggiata tra i luoghi più suggestivi del Parco

Sarà un evento aperto a tutti, una passeggiata collettiva che partirà da Marina di Alberese per arrivare alla spiaggia di Cala di Forno, attraversando la Pineta Granducale, la spiaggia di Collelungo e i bellissimi boschi che si affacciano a picco sulla spiaggia di Cala Rossa. Luoghi magici e protetti, che potranno nuovamente svelarsi ai visitatori del Parco.

Al taglio del nastro della riapertura del percorso sono attesi il presidente della Regione Eugenio Giani e gli assessori all’ambiente Monia Monni, e al turismo Leonardo Marras.

Dopo l’annuncio delle scorse settimane, il Parco ha affidato e concluso i lavori di ripristino e pulitura dei sentieri, in modo da garantire la fruibilità in sicurezza di tutti i luoghi. «Restituiamo alla collettività un tratto di costa tra i più suggestivi della Toscana – dice il presidente del Parco Simone Rusci –  un luogo che è sempre stato un  simbolo della Maremma».

Indispensabile per questo traguardo è stata la collaborazione delle proprietà attraversate dal percorso: quella storica, di Antonella Vivarelli Colonna, e la nuova proprietà di Cala di Forno, del patron di Prada, Patrizio Bertelli.
Le due proprietà hanno firmato con il Parco convenzioni a titolo gratuito, dimostrando una fattiva e ritrovata sinergia con l’Ente.

Due itinerari per riempirsi gli occhi di bellezza

La spiaggia di Cala di Forno è un piccolo fazzoletto di sabbia incastonato tra le colline boscate tra Talamone e Collelungo. Poco meno di un ettaro affacciato su un mare cristallino, è raggiungibile a piedi dalla spiaggia di Marina di Alberese.

Saranno possibili due diverse possibilità di visita:

  •  Itinerario A4. Partenza dalla località Pinottolaio, attraversamento della Pineta Granducale, percorso lungo il canale di bonifica, salita alla torre di Collelungo, percorso al di sopra della scogliera tra Collellungo e Cala di Forno. La lunghezza è di 9 chilometri (18 complessivi), la durata è di circa 6 ore e la difficoltà è media. 
  • L’itinerario 1 per raggiungere Cala di Forno

 

  •  Itinerario A4 breve. Partenza da Marina di Alberese, attraversamento della Pineta Granducale lungo la strada della Pinastrellaia, salita alla torre di Collelungo, percorso al di sopra della scogliera tra Collellungo e Cala di Forno. Lunghezza: 7.50 chilometri (15 chilometri complessivi), durata circa cinque ore complessive, difficoltà media.

 

L’itinerario 2 per raggiungere Cala di Forno

Il programma della giornata:

  • ore 9  ritrovo dei partecipanti a Marina di Alberese;
  • ore 9.30 taglio del nastro e partenza del trekking lungo il percorso “breve”;
  • ore 12 saluto delle autorità a Cala di Forno;
  • rientro dei partecipanti entro le 16

L’evento inaugurale è gratuito. È necessaria la prenotazione contattando il centro visite dal lunedì alla domenica dalle 8.30 alle 13.30 telefono 0564/393238 o tramite email all’indirizzo centrovisite@parco-maremma.it

LEGGI ANCHE:

Accordo Parco-Prada: Cala di Forno di nuovo raggiungibile a piedi

Patrizio Bertelli si prende Cala di Forno

Scopri le 10 spiagge top della Maremma

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected