Biliotti confermata alla guida della Cisl | MaremmaOggi Skip to content

Biliotti confermata alla guida della Cisl

Confermato in segreteria anche Fabio Carruale e come new entry, Alfonso Nocchi, segretario Cisl Scuola
Nocchi, Biliotti e Carruale
Da sinistra Nocchi, Biliotti e Carruale

GROSSETOKatiuscia Biliotti è stata confermata alla guida della Cisl Grosseto. La segretaria uscente è stata confermata al termine del nono congresso della Ust Cisl Grosseto “Esser-Cisl per cambiare”, che si è tenuto venerdì 25 e sabato 26 febbraio, all’agriturismo La Giuncola di Alberese.

Rieletta anche la segreteria dove, ad affiancare Katiuscia Biliotti, è stato confermato Fabio Carruale e scelto Alfonso Nocchi, segretario Cisl Scuola. Presenti all’evento anche il segretario nazionale Ust Cisl Ignazio Ganga, il segretario regionale Usr Toscana Ciro Recce e la segreteria Usr Toscana composta da Francesca Ricci e Roberto Pistonina.

Un incontro che non poteva ignorare la situazione internazionale e che è stato quindi occasione per esprimere una dura condanna del conflitto in Ucraina: «La guerra – dice Katiuscia Biliotti, segretaria generale di Cisl Grosseto – è una vergogna per l’umanità. Invitiamo tutti mobilitarsi per chiedere a gran voce la pace».

Un cambio di passo per la sanità e il lavoro

«Stiamo vivendo un contesto storico – aggiunge Biliotti – fra i più difficili della storia mondiale: la pandemia e le sue conseguenze hanno messo a dura prova tutte le nostre certezze e messo a nudo tutte le nostre fragilità. Ed è proprio dalla sanità che dobbiamo attuare un cambio di passo per supportare tutto il sistema medico sanitario attivando anche progetti e interventi indispensabili nei confronti di disabili, minori e pazienti fragili, oltre alla creazione di case della comunità e ospedali di comunità sul nostro territorio.

Anche il lavoro è al centro di un cambiamento epocale ed è importante che il lavoro, la sua qualità, la sua dignità e il valore sociale che rappresenta diventino la priorità per il Paese.

Tra i temi trattati durante il congresso, che rappresenteranno il futuro percorso del sindacato, anche la valorizzazione dei lavoratori e delle lavoratrici, per arrivare alla costruzione di un modello contrattuale diverso e a una nuova politica dei redditi, costruendo anche una politica salariale. Importante come una nuova riforma fiscale a vantaggio di lavoratori e pensionati. E proprio sul capitolo pensioni le linee guida sono quelle che passano dal sostegno delle pensioni più basse puntando sulla quattordicesima.

Si è parlato anche di lotta alla precarietà, al caporalato e al lavoro nero, così come la ricostruzione del futuro delle giovani generazioni attraverso l’istruzione, la ricerca, la cultura e la scuola, che dovrà essere il collante tra istruzione e lavoro. Così come gli investimenti nei confronti degli imprenditori dovranno adeguare la filiera a normative già esistenti, che non vengono rispettate, richiedendo nuove assunzioni e competenze in materia, aumentando così i controlli in ogni luogo di lavoro.

Rilancio economico a partire dalle infrastrutture

Infine è stata affrontata la questione delle carenze infrastrutturali, che ricadono su tutti i settori ma in particolar modo sul manifatturiero che è caratterizzato principalmente da piccole e piccolissime imprese.

No alla violenza sulle donne

«Ogni donna che subisce violenza – continua Biliotti – non è soltanto vittima del suo aggressore ma anche di un sistema che disconosce la dimensione politica e pubblica di questa relazione di sopraffazione. È indispensabile un cambio di passo con l’adozione di nuove forme di progettualità nell’affrontare finalmente in maniera seria la disparità di genere, perché finché ci si limita all’emergenza ed alla provvisorietà, non sarà possibile alcuna reale trasformazione, alcuna produzione di pensiero e di prassi all’altezza delle necessità finora illustrate. Su questo e su tutti gli altri temi dovremo essere, come Cisl, un’associazione di persone unite al servizio dei cittadini e della comunità, diventando prima un punto di ascolto e poi una possibile soluzione ai problemi», conclude Biliotti.

Autori

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli
  • Lina Senserini

    Redattrice di MaremmaOggi. Laurea in Lettere moderne, giornalista dal 1995. Dopo 20 anni di ufficio stampa e altre esperienze nel campo dell’informazione, sono tornata alle "origini" prima sulla carta stampata, poi sulle pagine di MaremmaOggi. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik