Basta spaccio, sette telecamere nel parco | MaremmaOggi Skip to content

Basta spaccio, sette telecamere nel parco

Il parco Ombrone è frequentato da spacciatori, ora con sette telecamere si pensa di dare una soluzione al problema
Arrivano sette telecamere al parco Ombrone
Arrivano sette telecamere al parco Ombrone

GROSSETO. La polizia municipale di Grosseto e le altre forze dell’ordine potranno beneficiare da oggi di un’ulteriore integrazione all’impianto comunale di videosorveglianza. Infatti, dando seguito a quanto approvato nel giugno scorso dalla giunta comunale, sono terminati i lavori per l’installazione di sette nuove telecamere nell’area del parco Ombrone.

L’ntervento è stato realizzato grazie ai contributi ministeriali che sono stati erogati per progetti riguardanti iniziative di prevenzione e contrasto alla vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti nel triennio 2020-2022, progetto al quale la direzione della polizia municipale aveva prontamente aderito.

Un parco dove lo spaccio è di casa

Il parco Ombrone in passato è stato oggetto di attività di controllo al fine di reprimere fenomeni criminosi legati alla vendita di sostanze stupefacenti.

Si è reso quindi necessario prevedere l’installazione di telecamere per evitare il deturpamento dei luoghi e dare quindi la possibilità a chi li frequenta di sentirsi più sicuro e tutelato grazie alla presenza di questi apparati.

L’intervento è stato realizzato con la collaborazione della società “in house” Netspring  grazie alla competenza dei suoi tecnici. Per monitorare i punti di interesse individuati sono state installate 5 telecamere panoramiche che consentono una visione a 360° e 2 telecamere speed dome.

«Prosegue con decisione – commentano il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alla sicurezza Riccardo Megale – l’opera di ampliamento del sistema di videosorveglianza comunale a disposizione delle forze dell’ordine per il contrasto a ogni attività illecita».

«Un processo che abbiamo intenzione di potenziare ulteriormente e che avrà nuovi sviluppi, nel prossimo futuro, anche in altre zone del territorio comunale. L’obiettivo comune  rimane quello di garantire la sicurezza dei cittadini e di fornire ogni strumento alla nostra polizia municipale e a tutte le forze dell’ordine per agire con certezza e tempestività». 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati