Ascom in lutto, addio a Giuseppe | MaremmaOggi Skip to content

Ascom in lutto, addio a Giuseppe

Si è spento sabato 21, all’età di 83 anni a Grosseto, Giuseppe De Matteis, presidente della 50 & Più Enasco e consigliere di Confcommercio
Giuseppe De Matteis con Gabriella Orlando
Giuseppe De Matteis con Gabriella Orlando

GROSSETO. Si è spento ieri, sabato 21 gennaio, all’età di 83 anni a Grosseto, Giuseppe De Matteis, attuale presidente della 50 & Più Enasco e consigliere di Confcommercio Grosseto.

De Matteis lascia la compagna Cristina e la figlia Chiara. I funerali si svolgeranno domani pomeriggio, lunedì 22, alle 15.30 al cimitero di Sterpeto.

Grande il cordoglio per la scomparsa di una persona gentile e stimata, che ha dato tanto all’associazionismo. Messaggi di affetto arrivano dal direttivo e dall’intero staff della Confcommercio e da tutta la 50 & Più Enasco, che si stringono intorno alla famiglia di De Matteis.

Gennari: una persona di grande spessore

«Giuseppe De Matteis era una persona di spessore, un attivo collaboratore della Confederazione fino agli ultimi giorni – commenta Giulio Gennari, presidente Confcommercio Grosseto – Personalmente lo ringrazio per l’attività svolta e per le energie profuse in favore di Confcommercio. Ricordo che ha condiviso tanti anni di conduzione dell’associazione anche con il mio babbo. Ne sentiremo la mancanza».

«Per me è stato un maestro. Da giovanissima, quando ho iniziato ad occuparmi della segreteria del sindacato degli Agenti e rappresentanti di commercio Fnaarc, ho imparato davvero molto da lui  – aggiunge Gabriella Orlando, direttore Confcommercio Grosseto – De Matteis si è distinto per la sua competenza e soprattutto per il suo spirito, per quel senso di appartenenza alla Confcommercio che ha contribuito a divulgare e a far crescere nel nostro territorio. Abbiamo perso una pietra miliare della nostra associazione. La sua scomparsa lascia un grande vuoto».

Arrivato a Grosseto dalla Liguria, ha iniziato la sua professione di agente e rappresentante di commercio nel settore dell’alta moda. Ed è sempre in Maremma che ha intrapreso l’attività di rappresentanza nell’associazionismo, dopo l’iscrizione in Ascom Confcommercio nei primi anni ’80. 

Un impegno assiduo che, come ricordano dall’associazione, lo ha portato in breve tempo a raggiungere riconoscimenti dal mondo imprenditoriale, andando a ricoprire cariche elettive importanti. Negli anni ’80 viene nominato presidente provinciale della Fnaarc, il sindacato degli Agenti e Rappresentanti di Grosseto, e da allora entra nel Direttivo e nella Giunta della Confcommercio, all’epoca sotto la presidenza di Giovanni Casini.

Dopo qualche anno entra nel direttivo nazionale della stessa Fnaarc. In passato De Matteis figura anche tra i membri del Consiglio e della Giunta della Camera di commercio di Grosseto. Nell’aprile del 2019 viene eletto presidente della 50 & Più Enasco di Grosseto.

Una vita intensa quella di De Matteis, che ha trascorso dedicandosi agli altri sicuramente non senza sacrificio nei confronti del tempo sottratto ai propri affetti, distinguendosi nell’associazionismo, nella rappresentanza di categoria, così come nel volontariato per il suo territorio d’adozione, la Maremma.

De Matteis nel corso degli anni si è infatti impegnato anche nella Pro Loco di Grosseto e nel Comitato per la Vita. Chi lo ha conosciuto, lo definisce un uomo veramente generoso e sempre disponibile per le giuste cause.

In Confcommercio ha guidato per quasi venti anni il sindacato provinciale Fnaarc, affiancando Paolo Panconi che lo ha succeduto nella presidenza.

Tra le battaglie che ha portato avanti sia sul fronte normativo che economico con Fnaarc, si ricorda quella per l’abolizione dell’Ilor per gli agenti di commercio. Sono tanti i rappresentanti che, facendo domanda alla Confcommercio di Grosseto, hanno ottenuto il rimborso dovuto.

Oggi il ruolo della presidenza Fnaarc di Grosseto è ricoperto da Valter Bruni.

«Ho avuto l’onore di raccogliere il testimone da lui – dice Bruni – Ho fatto tesoro dei suoi preziosi consigli. Seppur avendolo conosciuto solo negli ultimi anni, ho toccato con mano la sua competenza, quanto sia stato un uomo di ‘sistema’ e la sua passione contagiosa per la rappresentanza. Ci mancherà moltissimo».

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected