Addio al green pass, restano le mascherine | MaremmaOggi Skip to content

Addio al green pass, restano le mascherine

Ecco le nuove regole in vigore per la fine dell’emergenza pandemica, approvate con l’emendamento al decreto 70/2022
mascherine sul tram
Le mascherine restano sui mezzi di trasporto

GROSSETO. Via al green pass, restano obbligatorie le mascherine fino al 15 giugno, sui mezzi di trasporto, cinema, ospedali, scuola. È quanto prevede l’emendamento al decreto 70/2022 “Riaperture” , approvato ieri, 28 aprile, in commissione alla Camera, inserito in un’ordinanza del ministro alla Salute Roberto Speranza che resta in vigore fino alla conversione in legge del decreto.

Rispetto a quanto era stato previsto nel testo di legge che ha posto ufficialmente fine allo stato di emergenza, il nuovo aumento dei contagi che si sta verificando da Pasqua, ha indotto a riconsiderare l’abolizione dell’obbligo delle mascherine anche al chiuso.

Non ci sono modifiche rispetto al testo del decreto 70 per la graduale abolizione del green pass e per la vaccinazione:

  • L’obbligo vaccinale, infatti, resta fino al 15 giugno per il personale scolastico e forze dell’ordine a prescindere dall’età, per gli over50 anni. L’obbligo si estende fino al 31 dicembre per il personale sanitario, per il quale è requisito essenziale per poter lavorare
  • Per il certificato verde, via il green pass rafforzato per palestre e piscine al chiuso, per feste e cerimonie, convegni e congressi, discoteche, sale da gioco, spettacoli. Non serve più il green pass base per andare al lavoro, per ristorazione al chiuso, mezzi di trasporto, spettacoli all’aperto. mense e concorsi pubblici. Resta l’obbligo di green pass rafforzato, fino al 31 dicembre, per le visite nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie.

Ecco le principali novità per le mascherine

  • La mascherina Ffp2 è obbligatoria fino al 15 giugno su tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza, per assistere a spettacoli e eventi sportivi al chiuso (cinema, teatri, palazzetti dello sport), ovviamente negli ospedali, a scuola (per bambini e ragazzi da 6 anni in poi), per i visitatori che accedono alle strutture sanitarie e socio-sanitarie
  • è, invece, solo raccomandata (dunque si potrà togliere) in negozi, supermercati, bar e ristoranti, per assistere a eventi sportivi e spettacoli all’aperto. 
  • sui luoghi di lavoro, l’uso della mascherina Ffp2 è legato al protocollo imprese-sindacato in vigore fino al 4 maggio, mentre negli uffici pubblici è raccomandata, negli spazi comuni, in mancanza di barriere di protezione, in presenza di personale fragile.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected