A Sorano si celebra il vino Ciliegiolo | MaremmaOggi Skip to content

A Sorano si celebra il vino Ciliegiolo

Due giorni di eventi dedicati a questo importante vitigno autoctono, rivolti a wine lovers e addetti ai lavori. In programma degustazioni e masterclass. Come iscriversi e partecipare
La locandina dell'evento
La locandina dell’evento

SORANO. Due giorni di eventi e degustazioni dedicate al Ciliegiolo di Maremma, rivolti a wine lovers e addetti ai lavori. È la prima volta che si svolge una manifestazione interamente dedicata a questo importante vitigno autoctono. Appuntamento domenica 7 e lunedì 8 maggio – dalle 11 alle 18 – alla Fortezza Orsini di Sorano, per un evento senza precedenti destinato a enoappassionati e operatori del settore: giornalisti, sommelier, enotecari, ristoratori e rappresentanti del sistema vitivinicolo.

Ai banchi d’assaggio sarà possibile degustare vini di produttori della Maremma, di altre zone della Toscana e dell’Italia, a partire da Umbria, Marche, Lazio e Liguria68 i vini, in rappresentanza di 42 aziende, delle quali 14 sono al di fuori del territorio maremmano.

Saranno presentati solo Ciliegioli in purezza, la maggior parte dei quali con etichetta Maremma toscana Doc.

Degustazioni e masterclass

In programma anche degustazioni, servite dai sommelier Fisar Delegazione Colline Maremmane, e una masterclass – la domenica alle 11.30 – in una location spettacolare, ora adibita ad hotel e spazio per eventi, situata nella parte alta di Sorano.

L’iniziativa è nata dalla sinergia tra il Consorzio di tutela vini della Maremma Toscana, Ciliegiolo Academy, Ciliegiolo d’Italia e Fisar – Delegazione Colline Maremmane, con la volontà di raccontare al pubblico le aziende vitivinicole di Maremma e d’Italia, che producono Ciliegiolo in purezza, sempre più apprezzato dai consumatori.

Un vitigno unico riscoperto di recente

Il Ciliegiolo è un vitigno unico, caratterizzato da un colore rosso rubino con leggeri riflessi violacei, dal sapore e profumo che ricordano la frutta matura e dal gusto piacevole ed equilibrato. Una varietà recentemente riscoperta e valorizzata, che deve il suo nome proprio al colore dell’acino e agli aromi del vino che richiamano in modo esplicito la ciliegia.

A differenza di quanto avveniva in passato, quando le uve venivano vinificate in assemblaggio con altre varietà, in primis il Sangiovese, oggi Il Ciliegiolo è perlopiù impiegato in purezza per produrre alcuni interessantissimi vini Doc e Igt del Centro Italia.

Viene coltivato in Toscana, Umbria, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Liguria, Basilicata, Abruzzo e, in modo minoritario, in altre cinque regioni d’Italia. La maggiore diffusione di questo vitigno è comunque in Toscana, dove si contano circa 525 ettari, quasi il 60% dei quali sono concentrati in provincia di Grosseto dove danno vita a numerose etichette della Doc Maremma Toscana Ciliegiolo.

La Maremma, terra vocata al Ciliegiolo

Questo vitigno ha sicuramente una forte sensibilità al terroir per cui è di fondamentale importanza coltivarlo sui terreni adeguati. Da questo punto di vista la Maremma grossetana rappresenta una delle aree più interessanti per questa varietà, così come interpretazioni importanti si trovano in Umbria tra l’Orvietano e i Colli Amerini, nell’Alto Lazio e in alcune aree delle Marche.

L’iniziativa ha il patrocinio del Comune di Sorano mentre la segreteria organizzativa è a cura di MExTE Eventi.

L’evento è gratuito previa registrazione sulla piattaforma Eventbrite.

Per informazioni, MExTE telefono 3277172448, mail marketing@mextemaremmaeventi.com


ARTICOLO SPONSORIZZATO

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik