106 telefonate per due appuntamenti in ospedale Skip to content

106 telefonate per due appuntamenti in ospedale

E l’uomo nemmeno ci è riuscito. La storia di un cittadino che ha avuto un infortunio e doveva prenotare la visita di controllo in ortopedia. Stessa cosa per la diabetologia e 66 telefonate senza risposta anche al medico di base
L'elenco delle telefonate fatte all'ospedale
L’elenco delle telefonate fatte all’ospedale

GROSSETO. “Piange il telefono” cantava a metà degli anni ’70 Domenico Modugno. In questo caso, però il telefono squilla, ma è occupato o resta muto. Il numero, anzi i numeri, corrispondono a due reparti ospedalieri del Misericordia – l’ortopedia e la diabetologia –  cui il malcapitato, ieri 5 giugno, ha telefonato 106 volte, (70 in ortopedia e il resto in diabetologia) dalle 11 circa a poco dopo le 15.

Inutili anche in tentativi di connettersi con il medico di base, che l’uomo ha chiamato 66 volte al numero dell’ambulatorio, dopo che il professionista gli aveva scritto su whatsapp di prendere un appuntamento. Manco a dirlo, per telefono.

Le chiamate sono continuate invano anche oggi, finché una è tornata al centralino del Misericordia. Il portiere è andato a vedere perché nessuno rispondesse in ortopedia, spiegando poi all’uomo che la cosa migliore è presentarsi di persona all’ambulatorio.

«Prenoti una visita di controllo a questo numero»

I fatti: l’uomo, un cinquantenne residente a Grosseto, si è fratturato l’avambraccio destro giovedì 1° giugno. È stato ingessato in ospedale e gli è stato detto di prenotare la visita di controllo a distanza di una settimana (quindi per giovedì 8), al numero dell’ambulatorio ortopedico 0564485477. Il numero è scritto sul foglio di dimissione, con l’indicazione dell’orario in cui effettuare le chiamate (dalle 8 alle 13).

Ieri l’uomo ha telefonato, immaginando che fosse il tempo giusto per prenotare la visita. Alla 70esima chiamata senza risposta ha desistito.  

«Il telefono è occupato, suona e nessuno risponde, oppure qualcuno risponde ma butta subito giù. Immagino che il personale sia impegnato – dice l’uomo, che ha provato a chiamare anche dopo l’orario – ma allora mettano una segreteria, trovino un modo per comunicare con i pazienti perché così non va. Ma se uno lavora o non ha tempo, è anziano e non ha chi chiama per lui come fa?» 

Stessa cosa con la segreteria del centro per diabetici

La storia continua anche con un altro servizio sanitario. L’uomo, infatti, è diabetico, gli è stato sostituto un farmaco e deve aggiornare il piano terapeutico per la prescrizione. Ha due possibilità: la diabetologia e il medico di base, all’ambulatorio del quale ha telefonato 66 volte per cercare di prendere un appuntamento. 

Prova allora alla diabetologia, ma anche qui ci sono problemi. Al 425272 (con orario di risposta 11-13) non risponde nessuno, anche perché la persona del front office deve anche interloquire con i pazienti che si presentano fisicamente al centro.

«Sicuramente è un problema organizzativo, si legge di continuo che manca il personale, che si devono dare delle priorità. Ma allora chi di dovere trovi una soluzione perché non possono essere sempre i pazienti a pagare», conclude l’uomo.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati