Vaccini: superata quota 1200 inoculazioni in farmacia | MaremmaOggi Skip to content

Vaccini: superata quota 1200 inoculazioni in farmacia

La ricetta, che ha portato la farmacia Marchese alle tante vaccinazioni effettuate, sembra essere un mix tra organizzazione, serietà e responsabilità
Le dottoresse Anna Baila e Sara Rizzo

GROSSETO. A sbloccare la situazione il decreto-legge del marzo 2021 che permetteva alle farmacie si somministrare i vaccini.

Per la dottoressa Anna Baila, della Farmacia Marchese in via Scansanese, è stato così possibile vaccinare presso la sede della farmacia: «Una soddisfazione grande – racconta – le persone così hanno avuto un piccolo hub vaccinale vicino a casa, e lo hanno accolto come un servizio utile. Il riconoscimento verso la nostra farmacia è stato alto, siamo solo in tre strutture nel comune di Grosseto a offrire questo servizio. Non lo facciamo certo per una questione economica, la remunerazione è poca cosa rispetto al lavoro c’è dietro e alla responsabilità. Volevamo soprattutto partecipare in modo attivo per aiutare le persone».

L’esterno della Farmacia Marchese in via Scansanese, tra Stiacciole e Casalecci

«Abbiamo sostenuto un corso dell’Istituto superiore di sanità, prima online poi eseguendo delle esercitazioni pratiche – specifica la dottoressa Baila -. L’attività poi è stata portata avanti a farmacia chiusa, per gestire le vaccinazioni al meglio, secondo le linee guida e la profilassi sanitaria da seguire. Isolando tutto dall’ambiente della vendita».

La dottoressa Baila ha portato avanti le vaccinazioni soprattutto assieme alla dottoressa Sara Rizzo, iniziando l’8 luglio 2021, e da poco, grazie alla loro attività Farmacia Marchese ha raggiunto le 1200 somministrazioni di vaccino, arrivate dopo un percorso che parla sì di soddisfazioni, che non sono arrivate però senza lavoro e sacrifici.

Prenotazioni e vaccini

Le prenotazioni vengono fatte in maniera diretta, contattando la farmacia, come capita nelle altre farmacie della regione e anche nelle altre due della città ovviamente (Severi e Rugginosa). Ogni farmacia si gestisce così autonomamente la sua agenda per le vaccinazioni. «Possiamo vaccinare tutti gli over 12 esclusi i pazienti fragili – specifica la dottoressa Baila -, e chi si prenota per il vaccino deve essere residente o domiciliato in regione. Basta chiamare e avere documento e tessera sanitaria validi. Accoglieremo chi prenota in pieno rispetto delle misure anti Covid-9, effettuiamo il riconoscimento della persona, l’anamnesi e rispettando la profilassi poi riceverà il vaccino». Attesi i 15 minuti di osservazione dopo l’inoculazione, come in ogni hub vaccinale, sarà poi libero di tornare alla propria quotidianità.

Le dottoresse Anna Baila e Sara Rizzo

Dalla descrizione della dottoressa traspare una particolare attenzione al cliente, dall’accoglienza fino all’uscita dopo i 15 minuti di osservazione, e anche dopo in fondo, visto che se si tratta di prima dose, ai clienti viene fissata già da subito la data per la seconda.  Ogni cittadino che si prenota viene ricontattato il giorno prima dell’inoculazione per confermare la sua presenza, così anche da non sprecare la dose, perché ogni fiala aperta di vaccino Pfizer, serve a fare 6 dosi, e aprirne una per poi non avere sufficienti persone a cui somministrare il vaccino, sarebbe un inutile spreco.

Organizzazione e responsabilità

La ricetta, che ha portato la farmacia Marchese alle tante vaccinazioni effettuate, sembra proprio essere appunto un mix tra organizzazione, serietà e responsabilità.

«Vaccinare – ricorda la dottoressa Baila – prevede che ci sia un sistema organizzativo forte. Anche la responsabilità che ci prendiamo per questa attività è alta, abbiamo fatto volontariamente un corso di primo soccorso per essere ulteriormente preparate. Fortunatamente non è mai successo niente, ci siamo trovate a gestire problematiche solo lievi e di natura emotiva, mai fisica. Noi stiamo continuando nella nostra attività e abbiamo prenotazioni che arrivano fino giugno. Adesso stiamo somministrando solo dosi Pfizer».

«Molto ha anche giocato il passaparola – conclude la dottoressa – chi è già venuto da noi a farsi vaccinare ha parlato con amici e si è sparsa la voce di come si sono trovati. Qua non si fanno né fila né attese extra, ognuno viene vaccinato all’orario stabilito facendo il giusto percorso senza affollamenti anche nell’area del monitoraggio post vaccino, dove al massimo possono trovarsi 4 persone insieme. Da noi vengono anche da altri comuni a farsi vaccinare».

CONTATTI

Farmacia Marchese, via Scansanese 440, località Stiacciole (Grosseto)

Telefono 0564 072156

Email farmaciamarchese@gmail.com

www.farmaciamarchesegrosseto.it

Farmacia Marchese 

 

Autore

  • Federico Catocci

    Nato a Grosseto, pare abbia scelto quasi da subito di fare l’astronauta, poi qualcosa deve essere cambiato. Pallino fisso, invece, è sempre rimasto quello della scrittura. In redazione mi hanno offerto una sedia che a volte assomiglia all’Apollo 11. Qui scrivo, e scopro. Maremma Oggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik