Una greenway urbana, ma a fondo chiuso | MaremmaOggi Skip to content

Una greenway urbana, ma a fondo chiuso

La nuova greenway di via Dei Barberi ha un problema: non esiste uno sbocco per le auto. Cancellata l’ipotesi della bretella
La parte finale di via dei Barberi, non ci sono sbocchi se non tornare indietro
Greenway di via Dei Barberi: la parte finale della strada, a sfondo chiuso

GROSSETO. Il progetto della “greenway urbana“, in sostanza la riqualificazione di via Dei Barberi, prevista nell’ambito del Pinqua dal Comune di Grosseto cambierà sicuramente il volto di tutta la zona. 

Ma c’è un problema, di difficile risoluzione, al quale gli uffici stanno tentando di dare una risposta.

Il problema è che, al momento, la greenway sarebbe a fondo chiuso. Arrivati in fondo a via Dei Barberi gli automobilisti non possono fare altro che fare manovra nel parcheggio del centro Le Palme o in un altro parcheggio.

E poi tornare indietro.

E il problema diventerà ancora più serio quando la Provincia, che da mesi e mesi sta trattando con il Comune, chiuderà l’attraversamento della Cittadella dello studente. Anche pochi giorni fa c’è stato un incidente con un ragazzino in moto, non grave per fortuna, e si vuole impedire che la Cittadella sia usata anche come zona di transito.

Quando sarà rifatta la viabilità non sarà più possibile entrare in via Dei Barberi e uscire in via Aurelia Sud. E viceversa.

Inoltre sarà affrontato il problema di via Lavagnini, strada in uscita dalla Cittadella, dove ogni giorno ci sono auto parcheggiate sul lato del divieto di fermata, e di cartelli belli grandi ce ne sono tre in pochi metri, che bloccano il traffico, perché due auto affiancate non ci passano. All’uscita delle scuole si crea, ogni giorno, un ingorgo pazzesco.

Via Lavagnini, auto in divieto di fermata bloccano il traffico
Via Lavagnini, auto in divieto di fermata bloccano il traffico

La bretella prevista non c’è più, cancellata dalle previsioni urbanistiche

A dire il vero una soluzione per lo sbocco da via Dei Barberi era prevista da tanti anni. Basta andare sul regolamento urbanistico per trovare disegnata, e quindi prevista, la bretella che, di fondo alla Strada Fattoria Crespi, arriva a via Dei Barberi passando dentro agli orti sociali Crespi e, sempre nelle previsioni, prosegue lungo l’argine dell’Ombrone, in fondo al D park e poi su, fino a via Scansanese.

In rosso la bretella che era prevista fra la via dei Crespi e via dei Barberi
In rosso la bretella che era prevista fra la via dei Crespi e via dei Barberi

Nelle nuove previsioni urbanistiche, che il Comune sta approvando in questi mesi, la bretella è sparita. Tutta. Non è rimasto neanche il breve tratto (circa 300 metri) da Strada Crespi a via Dei Barberi.

Gli orti sociali Crespi e l'argine dell'Ombrone, a fianco di via dei Barberi
Gli orti sociali Crespi e l’argine dell’Ombrone, a fianco di via dei Barberi

Le possibili, ma non facili, soluzioni

Quindi la bretella non si potrà più fare.

Un’alternativa, allo studio degli uffici, sarebbe una strada da far correre proprio a fianco dei confini della Cittadella. Ma gli spazi sono davvero minimi.

L’altra alternativa è realizzare una rotondina in fondo a via Dei Barberi. Che sarebbe sempre a sfondo chiuso, ma almeno invece di far manovra nei parcheggi fai solo una giratina in tondo. Tanto a Grosseto siamo abituati.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati