Un incomprensibile Grifone pareggia con il Ponsacco | MaremmaOggi Skip to content

Un incomprensibile Grifone pareggia con il Ponsacco

I biancorossi inseguono invece che correre: i mobilieri segnano la prima rete attraversando una voragine difensiva. Il Grifone recupera, poi si arrende a Nieri: 2-2 al fischio finale
Grifone Grosseto calcio partita contro l'Orvieto
Il Grifone durante una gara

Grosseto – Mobilieri Ponsacco 2-2 (0-1)
GROSSETO (3-4-1-2): Raffaelli; Saio, Cretella, Bruni; Grasso, Sabelli, Davì (1′ st Nocciolini), Macchi (31′ Porcu); Riccobono (40′ st Russo); Rinaldini (31′ Romairone), Marzierli. A disposizione: Sclano, Sacchini, Fregoli, Passalacqua, Violante. Allenatore: Roberto Malotti.
MOBILIERI PONSACCO (4-4-2): Fontanelli; Bardini, Panattoni, Grea, Brondi; Sivieri (16′ st Nieri), Milli (37′ st Italiano), Bologna, Regoli; Borselli, Fischer (39′ st Innocenti). A disposizione: Falsettini, Fratini, Matteoli, Vannozzi, Mogavero, Pellegrini. Allenatore: Francesco Bozzi.
ARBITRO: Mario Picardi di Viareggio; 1° assistente Matteo Bertelli di Firenze, 2° assistente Kevin Turra di Milano.
RETI: 13′ Panattoni; 25′ st Cretella (rig.), 30′ st Romairone, 47′ st Nieri.
NOTE: cielo poco nuvoloso con vento, terreno in buone condizioni. Spettatori 1100. Espulso al 41′ st un componente la panchina del Ponsacco. Ammoniti: Fischer, Nocciolini Calci d’angolo: 10 + 0. Recupero: 1 + 5′.

Un Grifone senza anima né idee

GROSSETO. Nel Grifone la lista degli indisponibili (Arcuri, Bensaja, Giustarini, Mandolfo, Morelli) si allunga con l’assenza di Aprili squalificato e di Prati per noie fisiche. Prima convocazione, dalla Juniores, per Francesco Violante (2006). Malotti ridisegna la squadra. Difesa a tre con Cretella a destra, al centro Saio, Bruni a sinistra; centrocampo a 4 con Grasso e Macchi esterni, Sabelli e Davì in mezzo; Riccobono dietro alla coppia avanzata Rinaldini e Marzierli. Si gioca alle 18, in posticipo rispetto alle altre gare.

Grifone bianco candido, Raffaelli verde chiaro, Mobilieri Ponsacco rossoblu, Fontanelli grigio fumo, terna in giallo vivo. Ping pong centrale nei primi 7′, ospiti stretti indietro, biancorossi a cercare geometrie valide per evitare l’imbottigliamento centrale. Ritmi blandi. Tiro di Panattoni al 12′, Grifone in difficoltà, ancora Panattoni, che trova la rete al 13′ dopo clamorosa, incredibile voragine difensiva senza senso.

L’incubo prosegue, il Grifone non ha anima, nemmeno idee, neanche forza (16′). Ponsacco in gestione, spinta biancorossa molle e inconsistente (19′), recupero palla inesistente. Il Grifone risulta inguardabile dopo 29 minuti. I biancorossi inseguono invece di correre.

Cambia il modulo e il Grifone riprende vita

Bocciato Rinaldini sostituito al 31′ da Romairone, esce anche Macchi per Porcu, Malotti ridisegna il Grifone col 4-3-2-1: centrali difensivi Cretella e Saio con Grasso e Bruni esterni, in avanti Porcu esterno destro, Marzierli unica punta. Fari accesi, accenni di vitalità dell’uccellaccio (38′). La nord non abbassa i toni e canta seguendo i tamburi e il cuore. Bello (42′).

In campo il Grifone combatte con i suoi fantasmi, i suoi timori, con se stesso, con quel titolo di ottima rosa che lo tormenta dall’inizio della stagione. Vecchi e nuovi errori, e il comunale fischia tutta la sua rabbia mentre le squadre rientrano negli spogliatoi. Biancorossi bocciati a ogni livello, compresi quello della volontà, agonismo e aspirazioni. Un tempo regalato all’avversario.
Ripresa. Nocciolini rileva Davì, si passa al 4-4-2, punte Marzierli e Nocciolini. Romairone in scivolata, palla alta (2′), due corner consecutivi, Romairone nello stretto trova Saio, che non trova lo specchio da zero metri (3′). Grosseto in formato assedio. Area del Ponsacco intasata (9′), rimpalli, confusione. Panattoni mette in allarme la difesa biancorossa ricevendo i rilanci dei compagni. Marzierli di testa(14′) palla fuori di poco, poi il centravanti trova la porta, Fontanelli blocca (16′). Raffaelli esce dai 16 metri (19′) per poi distribuire in avanti, il Grifone è proteso in avanti.

Nocciolini di testa mette sul fondo (20′). La ricerca del pari non si traduce in trame ragionate, il gioco del Grifone resta in embrione (22′), frenato, appesantito. La presunta teoria non si tramuta in pratica, lo spettacolo biancorosso è inguardabile. Quindi il rigore per fallo di mano di Fischer (25′), batte Cretella e il pari è raggiunto, 1-1. Zecchini che torna a respirare. Ma il cattivo sapore non si cancella. Ponsacco vicinissimo al raddoppio al 28′, il colpo di testa di Brondi passa molto accanto al palo sinistro di Raffaelli. Scossa. Grifone avanti al minuto 30: Romairone indovina, tra mille stinchi, il rasoterra vincente che bacia il palo e si insacca, 2-1. Non si arrende il Ponsacco. Sono 5 i minuti di recupero.

Al 46′ Nocciolini non indovina il pallonetto vincente, palla che sfila sul fondo. Pareggia invece il Ponsacco (47′) con Nieri in allungo sotto porta, 2-2. Finisce qui.

Risultati 29ª giornata

Orvietana – Ghiviborgo 3-0
Aquila Montevarchi – Real Forte Querceta 3-2
Cenaia – Livorno 1-1
Follonicagavorrano – Figline 1-1
San Donato Tavarnelle – Pianese 0-1
Seravezza Pozzi Calcio – Sangiovannese 1-4
Tau Altopascio – Trestina 4-0
Sansepolcro – Poggibonsi 0-1
Grosseto – Mobilieri Ponsacco 2-2

Classifica

Pianese 58
Follonicagavorrano 57
Livorno 52
Tau Calcio Altopascio 51
Grosseto 51
Seravezza Pozzi Calcio 48
Ghiviborgo 43
Figline 41
Poggibonsi 40
San Donato Tavarnelle 38
Sporting Club Trestina 38
Sangiovannese 37
Aquila Montevarchi 32
Orvietana Calcio 31
Vivialtotevere Sansepolcro 28
Real Forte Querceta 23
Mobilieri Ponsacco 19
Cenaia 14

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati