Trovato morto nel bosco, disposta l'autopsia | MaremmaOggi Skip to content

Trovato morto nel bosco, disposta l’autopsia

Accertamenti anche sulla morte del 18enne ucciso da un colpo di fucile, sequestrato il telefono che sarà analizzato
Alessio Bondani, l'uomo trovato morto nel bosco
Alessio Bondani

GROSSETO. Bisognerà aspettare giovedì 22 dicembre per avere le prime risposte sulla morte di Alessio Bondani, il 35enne di Gavorrano trovato morto sabato 17 dicembre in un bosco nella zona del Pelagone. 

L’uomo, babbo di due bambini, era scomparso da casa il giorno precedente. La moglie, non avendolo visto tornare, aveva dato l’allarme e i carabinieri si erano messi a cercarlo. Alcuni passanti avevano visto il corpo di un uomo ormai senza vita in un campo. Era quello di Alessio. Poco lontano c’era la sua auto, impantanata in un campo

Nessun segno di violenza

Addosso al trentacinquenne non è stato trovato alcun segno di violenza. Ma il sostituto procuratore Giampaolo Melchionna ha deciso di disporre lo stesso l’autopsia per stabilire le cause della morte del gestore del bar Sport di Bagno di Gavorrano, uno dei locali più frequentati nella frazione. 

La salma dell’uomo, dopo l’autopsia che verrà fatta dal medico legale Valentina Bugelli sarà restituita ai familiari. Alessio aveva scelto la cremazione e la sua volontà sarà rispettata. 

Accertamento sul 18enne ucciso da un colpo di fucile

Sempre giovedì all’obitorio dell’ospedale Misericordia, l’equipe medico legale di Grosseto effettuerà l’autopsia anche sul diciottenne di Saturnia trovato morto accanto a un magazzino, ucciso da un colpo di fucile. 

L’esame, disposto dal pm Melchionna, potrebbe confermare la prima ipotesi fatta dai carabinieri: ovvero che si sia trattato di un gesto volontario. Ma il sostituto procuratore ha disposto anche l’analisi del telefono del ragazzo, per non escludere alcuna pista. 

Dopo l’autopsia, una volta arrivato il nullaosta, la salma del giovane sarà restituita ai suoi familiari per i funerali. 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected