Terza categoria, colpo dell'Atletico a Civitella (1-3) | MaremmaOggi Skip to content

Terza categoria, colpo dell’Atletico a Civitella (1-3)

Parlano i due tecnici. Caporali: «Sconfitta troppo pesante per noi». De Blasi: «Crediamo ancora nei playoff»
Civitella-Atletico
Un momento di Civitella-Atletico Grosseto

Civitella – Atletico Grosseto 2015 1-3 (0-1)

CIVITELLA: M. Rossi, Boscagli, L. Rossi, Martini, Bassi, Machetti, Fabbri, Landa, Lombardini, Ragazzini, Calabrese. A disposizone: Ugolini, Pallari, Cerciello, Masoni, Galasso, Simi, Patanè, Lenzini. Allenatore: Antonio Caporali.

ATLETICO GROSSETO 2015: Capasso, Urru, Saccà, Marra, Di Terlizzi, Schiavo, De Witt, Chiodi, Hasnaoui, Spuma, Merkoqi. A disposizione: Mattioli, Mallarini, Franci, Velaj, Piccioni, Elzanty, Moretti. Allenatore: Paolo De Blasi.

ARBITRO: Travaglione di Siena.

RETI: 45′ Schiavo (rig.), 29′ st Calabrese, 34′ st Merkoqi, 47′ st Hasnaoui.

NOTE: campo irregolare, vento forte. Ammoniti Landa, Lombardini, De Witt, Chiodi, Elzanty. Calci d’angolo 2-5. Recupero: 3′ + 5′.

CIVITELLA MARITTIMA. La formazione di Paolo De Blasi espugna il “Tonini” con merito, quella di Antonio Caporali cade nonostante lotti con fermezza. Il succo della sfida è rinchiuso in questo recinto, che inquadra una partita dove i punti pesavano molto, in ottica playoff, per l’Atletico e dove i padroni casa accarezzavano l’idea di agganciare l’avversario di turno.

Dopo il calcio d’avvio è l’Atletico a prendere l’iniziativa spostandosi in avanti arrivando al tiro al 6′ con un diagonale alto di Hasnaoui, conquistando due corner nei primi 8′ e concludere al 10′ ancora con Hasnaoui con traiettoria larga. La gara, poi, diventa lineare, senza sussulti, disturbata dal vento freddo.

Il risveglio lo decide De Witt al 22′ il cui spunto si perde sul fondo. La risposta del Civitella è velenosa: al 23′ Capasso intercetta un rasoterra di Lombardi, complicato dai rimbalzi dovuti al terreno, mettendo in corner in tuffo. Niente altro da segnalare fino al 45′ quando l’arbitro decreta il penalty per fallo in area su Marra. Batte Schiavo, che realizza il vantaggio dell’Atletico, 0-1. Riposo.

La ripresa è illuminata da tre gol veramente pregevoli sul piano tecnico. Ma andiamo con ordine. L’Atletico appare più convinto mantenendo un predominio costante sul terreno. E’ comunque il Civitella ad essere pungente al 26′ quando un difensore spazza via un pallone diretto nella porta vuota. Il segnale di pericolo viene tradotto in rete al 29′. E’ Calabrese a deviare al volo un lancio verticale e Capasso è battuto, 1-1. Trama e conclusione sono da applausi. La squadra di De Blasi dimostra carattere reagendo subito.

Al 34′ Elzanty crea l’assist delizioso per Merkoqi il cui tocco in diagonale vale l’1-2 e la visione di una rete splendida. I padroni di casa provano a ricercare il pari, ma è l’Atletico al 47′ a chiudere i conti con Hasnaoui, che pittura, con tecnica e leggerezza, una rete prelibata. Finisce qui.

Caporali: «Sconfitta troppo pesante». De Blasi: «Crediamo nei playoff»

Caporali: «Chi vince ha sempre ragione anche se il risultato finale mi pare troppo pesante per noi. Credo che il rigore non abbia influito sul risultato, il Civitella era riuscito a pareggiare ma poi abbiamo pagato lo sforzo per arrivarci. Voglio sottolineare la bellezza dei gol visti nella ripresa, veramente molto gustosi».

De Blasi: «Per l’Atletico si trattava di una trasferta basilare per continuare a credere ai playoff. Eravamo fermi da più di due mesi e la squadra mi è piaciuta per la concentrazione dimostrata e per la reazione avuta dopo il pari. Tutto questo significa morale per il futuro e aver mosso la classifica con tre punti pesanti».



LO SPECIALE DI MAREMMAOGGI SULLA TERZA CATEGORIA

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati