Schianto a Punta Ala, Sergiu lascia una figlia | MaremmaOggi Skip to content

Schianto a Punta Ala, Sergiu lascia una figlia

La disperazione di David Benini, titolare del Gardens: «Una tragedia immane, siamo devastati». Il fratello del trentenne era sulla stessa strada quando è successa la tragedia
Sergiu Costel

PUNTA ALA. Punta Ala si è svegliata con la morte nel cuore: a perdere la vita un giovane di 30 anni, Sergiu Costel, giardiniere alla ditta Gardens, uscito di strada con la sua Golf che si è schiantata contro un albero. 

L’incidente mortale è successo poco dopo le 7,30. Sulla strada sulla quale ha perso la vita il trentenne stavano transitando, a quell’ora, altri dipendenti della stessa azienda e il fratello Ionut (che abita nella frazione castiglionese), anche lui dipendente del Gardens, storica ditta che si occupa di manutenzione del verde a Punta Ala. Il fratello di Sergiu e i colleghi stavano andando al lavoro, quando hanno saputo della tragedia. 

Il titolare: «L’ho visto crescere, non si può morire a 30 anni»

«Non si può morire a 30 anni, siamo devastati» – ha detto Benini al telefono.

«Non ci sono parole in questo momento per descrivere il nostro dolore. Sergiu era con noi da diversi anni – ha detto Benini – e non sono parole di circostanza le mie: era un gran lavoratore, sempre attento e preciso, mai un ritardo. Insieme al fratello erano le nostre colonne da tanti anni. Una perdita assurda».

L’auto finita fuori strada

Sulla dinamica dell’incidente stanno indagando i carabinieri della stazione di Punta Ala. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo potrebbe aver tentato un sorpasso mentre stava guidando per raggiungere Punta Ala. La strada era bagnata: nel punto in cui è successo l’incidente, dopo il ponticino conosciuto come “il salto del capriolo”, prima dell’ingresso ai campeggi, è sempre all’ombra. L’auto è salita sulla banchina laterale.

L’auto dei carabinieri sul luogo dell’incidente

Le ruote della Golf avrebbero perso così aderenza e l’auto è finita fuori strada e si è schiantata contro un albero. L’auto si è accartocciata e Sergiu è morto sul colpo. Inutili i soccorsi: i vigili del fuoco che hanno estratto l’uomo dall’abitacolo. Sergiu era morto. 

Sergiu lavorava insieme al fratello Ionut e quel lavoro era molto importante. Abitava al Puntone di Scarlino e da qualche tempo si era separato dalla moglie che era voluta tornare in Romania. Lascia una figlia piccola.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati