Risse in piazza e furti nelle case, nuovo incontro in prefettura | MaremmaOggi Skip to content

Risse in piazza e furti nelle case, nuovo incontro in prefettura

Iniziati i controlli nelle abitazioni. Mercoledì il consiglio comunale vara il nuovo regolamento
Jacopo Marini Arcidosso
Nel riquadro Jacopo Marini, sindaco di Arcidosso. Sullo sfondo, una veduta del paese amiatino

ARCIDOSSO. Negli ultimi mesi i cittadini del paese hanno assistito a un’impennata di furti nelle abitazioni. Le criticità per quanto riguardano la pubblica sicurezza, hanno suggerito al sindaco Jacopo Marini di richiedere un colloquio con la prefetta di Grosseto, che avverrà giovedì 21 dicembre.

Proprio qualche giorno fa Arcidosso è stato teatro anche di una rissa in centro tra cittadini stranieri residenti in altri comuni.

 

L’evento, come sottolinea il sindaco, per il paese rappresenta una rarità. Per le sue caratteristiche e per evitare che ricapiti, Marini chiede la partecipazione delle amministrazioni vicine. «Abbiamo chiesto di coinvolgere anche gli altri comuni amiatini perché riteniamo che questi siano fenomeni generalizzati – spiega Marini – e ringrazio l prefetta Paola Berardino che si è resa immediatamente disponibile a convocare un tavolo ad hoc in prefettura».

I controlli sul territorio del Comune

Esiste anche un altro piano che riguarda la pubblica sicurezza. «Ed è relativo alla gestione della presenza dei numerosi stranieri, appartenenti a diverse etnie che popolano il nostro comune – dice il sindaco Marini – Per questo motivo sono iniziati i controlli sul sovraffollamento delle abitazioni affittate ai cittadini extracomunitari, intervento reso possibile in particolar modo grazie al nuovo servizio associato di polizia municipale che abbiamo sottoscritto insieme al Comune di Castel del Piano. Con il Sindaco Bartalini e il Comandante Ghelli sono stati concordati almeno un intervento specifico a settimana per ciascun Comune».

Su questo tema, mercoledì 20 il consiglio comunale di Arcidosso sarà chiamato a deliberare su un nuovo regolamento ad hoc. «Che ci consentirà di mettere in campo azioni più efficaci proprio per il contrasto al sovraffollamento abitativo» precisa Marini.

«Noi siamo comunque ovviamente disponibili a condividere qualsiasi ulteriore forma di collaborazione – conclude Marini – sia con la locale tenenza dei carabinieri e magari anche con la stazione della polizia stradale di Arcidosso, che potrebbe fare servizio sull’Amiata in maniera più assidua, tema che porterò all’attenzione al tavolo convocato giovedì in Prefettura».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati