Rissa al bar, in 8 non potranno accedere al locale | MaremmaOggi Skip to content

Rissa al bar, in 8 non potranno accedere al locale

Nove persone erano state denunciate dai carabinieri, per otto di loro il questore ha emesso il daspo Willy
Una volante della polizia

SCANSANO. Otto i daspo urbani emessi dalla questura di Grosseto ai danni di altrettanti uomini, denunciati per rissa, danneggiamento e lesioni lo scorso settembre. 

In otto  con il Daspo urbano a Scansano

La rissa, scoppiata all’interno di un bar di Scansano, si era poi spostata all’esterno, destando l’apprensione degli abitanti del centro cittadino. Tempestivo l’intervento dei carabinieri di Scansano che, grazie alle testimonianze dei presenti, hanno proceduto all’identificazione degli interessati, poi denunciati. 

Per due anni allontanati dagli esercizi commerciali di Scansano

In data odierna, al termine della procedura istruttoria condotta dalla Divisione Anticrimine della Questura di Grosseto, gli otto sono stati sanzionati con un Daspo urbano: per due anni, non potranno accedere e stazionare in prossimità degli esercizi commerciali situati nel centro di Scansano. In caso di infrazione, i giovani rischiano una condanna da uno a tre anni di reclusione, oltre il pagamento di una multa da un minimo di 10 a un massimo di 24 mila euro. 

Il Daspo Willy 

Il divieto di accesso alle aree urbane (Daspo Urbano), indirizzato a soggetti ritenuti socialmente pericolosi e di esclusiva competenza del Questore, nasce nel 2017, con la finalità di tutelare la sicurezza di locali ed esercizi pubblici. Il provvedimento ha poi subito importanti modifiche nel 2020, in seguito all’omicidio del giovanissimo Willy Monteiro Duarte, avvenuto a Colleferro (RM) il 6 settembre del 2020.

Un episodio di grande risonanza mediatica e di forte impatto sull’opinione pubblica, che ha condotto all’inasprimento delle misure contro la “movida violenta” e all’ampliamento dell’ambito di applicazione del Daspo urbano, ribattezzato Daspo Willy.

Il bilancio in provincia 

Al termine dei primi due mesi del 2024, sono già 12 i provvedimenti di Daspo emanati dal Questore di Grosseto Antonio Mannoni. A fine 2023, il bilancio si è fermato a 79. 

 

 

 

 

 

 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati