Rca Auto in aumento, ma Grosseto è la meno cara in Toscana Skip to content

Rca Auto in aumento, ma Grosseto è la meno cara in Toscana

Aumentano le tariffe, in particolare per chi ha avuto un sinistro. Ma la Maremma resta un’isola felice, la media è quasi la metà che a Prato
Un incidente in città, aumentano le Rca Auto

GROSSETO. Secondo l’osservatorio di Facile.it, sono oltre 65.500 gli automobilisti toscani che nel 2023 si vedranno costretti a pagare di più per la propria assicurazione auto avendo causato un sinistro con colpa nei 12 mesi precedenti.

Aumenti che vanno a sommarsi a quelli della benzina e dei pedaggi autostradali.

Notizie negative anche per i guidatori virtuosi dal momento che, nell’ultimo anno, le tariffe delle polizze auto sono tornate a crescere; a dicembre 2022 per assicurare un veicolo a quattro ruote in Toscana occorrevano, in media, 480,15 euro, vale a dire l’8,8% in più rispetto a dicembre 2021.

A livello regionale il 2,98% degli automobilisti ha dichiarato un incidente con colpa, percentuale che non solo risulta essere più alta rispetto a quella nazionale (2,51%), ma fa anche guadagnare alla regione il quarto posto nella classifica italiana.

Analizzando il campione su base provinciale, invece, al primo posto si trova Firenze (3,35%), seguita da Lucca (3,27%), Pisa (3,14%) e, a pari merito, Siena e Massa-Carrara, aree dove il 3,02% degli assicurati vedrà peggiorare la propria classe di merito.

Valori inferiori alla media regionale, invece, per Livorno (2,86%), Prato (2,81%) e Pistoia (2,48%). Chiudono la classifica toscana Arezzo (2,14%) e Grosseto (2,01%).

Grosseto, la meno cara in Toscana

Di seguito la media delle migliori tariffe disponibili online a dicembre per le province della Toscana:

«Il dato dipende dalla frequenza dei sinistri – spiega Maurizio Marraccini, delle assicurazioni Generali di via Monterosa -, ma anche dall’indennizzo medio di ogni sinistro, che è legato anche ai danni fisici, che lo fanno salire a livello esponenziale. I parametri sono questi, evidentemente siamo più disciplinati. Sia chiaro, non conta dove si fa l’assicurazione, ma dove siamo residenti».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

error: Content is protected