Il Polo Bianciardi ambasciatore del Parlamento europeo Skip to content

Il Polo Bianciardi ambasciatore del Parlamento europeo

Gli studenti dell’istituto diverranno “europarlamentari junior”, con la possibilità di rappresentare l’Italia a Strasburgo
L’entrata dell’istituto in in piazza de Maria

GROSSETO. L’Istituto Polo Bianciardi è stato scelto dall’ufficio del Parlamento europeo Italia. Insieme ad altre scuole scelte sul territorio nazionale, sarà scuola ambasciatrice del Parlamento europeo e prenderà parte al progetto Epas “European parliament ambassador school”.

Il prossimo 20 dicembre l’istituto grossetano parteciperà all’evento organizzato dall’ufficio Italia allo spazio “Esperienza Europa – David Sassoli” a Roma e sarà coinvolto in una serie di eventi e manifestazioni sulle politiche comunitarie del Parlamento europeo. Culmineranno il 9 maggio con la Festa dell’Europa, organizzata dallo stesso Istituto. 

Protagonisti saranno gli studenti del Polo: diverranno “europarlamentari junior” dando voce al Parlamento europeo, con la possibilità di partecipare al Contest Euroscuola e volare a Strasburgo. Un’opportunità per essere, almeno per un giorno, un vero europarlamentare e rappresentare l’Italia in una delle maggiori istituzioni europee.

La scuola, infatti, potrà partecipare ai contest Euroscuola: gli studenti avranno la possibilità di andare a Strasburgo. Divenendo europarlamentari per 1 giorno.

La candidatura della scuola e il ruolo degli studenti

La scuola si è candidata attraverso il form messo a punto dall’ufficio Italia del Parlamento europeo. La selezione è stata fatta tra 200 candidature arrivate dalle scuole superiori di tutta Italia: ne sono state scelte una cinquantina. Adesso la docente referente, la professoressa Jessica Fabbrizzi, dovrà scegliere 20 studenti delle varie 3^ e 4^ di tutto il Polo. Sarano loro a farsi “europarlamentari junior” e portavoce di una delle tematiche scelte dal Parlamento europeo, da scegliere in una rosa di argomenti.

Ecco quali:

  • Cosa significa essere cittadini europei.
  • Qual è il ruolo del Parlamento europeo nel processo decisionale e amministrativo.
  • Quanto sarà importante il voto alle prossime elezioni europee.
  • Come i giovani possono partecipare a costruire il futuro dell’Europa.

I ragazzi saranno accompagnati dalle due insegnanti Jessica Fabbrizzi e Federica Cipolletta, che assumeranno il ruolo di “europarlamentari senior”.

I veri protagonisti di questa importante occasione saranno gli alunni, che dovranno fare “rete” sia all’interno della scuola che al di fuori, soprattutto con le istituzioni presenti sul territorio. Giochi di ruolo, assemblee di istituto, info point, organizzazioni di conferenze e convegni sul tema, sono solo alcuni esempi di quello che verrà organizzato a supporto del loro compito. Tutto per dare voce al Parlamento europeo.

La Commissione preposta assegnerà alla scuola la targa di “Scuola ambasciatrice del Parlamento europeo“.

Al termine di tutte le attività previste dal concorso, gli europarlamentari junior dovranno fare un video sul tema trattato. Questo video, come nelle precedenti edizioni, sarà pubblicato sul sito ufficiale del Parlamento europeo- sezione Italia.

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik