Pantani, camera ardente al Capannino | MaremmaOggi Skip to content

Pantani, camera ardente al Capannino

La salma del direttore sportivo del Follonica hockey arriverà all’impianto sportivo di Follonica giovedì 11 gennaio: il cordoglio del Comune e dell’Ussi
Simone Pantani

FOLLONICA. Simone Pantani tornerà in quella che per 13 anni è stata la sua casa: il Capannino, l’impianto sportivo accoglierà giovedì 11 gennaio la salma del direttore sportivo del Follonica hockey. Il funerale invece, sarà celebrato venerdì 12 gennaio. 

Il cordoglio del sindaco e dei giornalisti sportivi

Il sindaco Andrea Benini e l’amministrazione comunale di Follonica si stringono attorno alla famiglia di Simone Pantani, il direttore sportivo della società Follonica Hockey scomparso questa mattina, mercoledì 10 gennaio, dopo una lunga malattia.

«Simone per anni ha contrastato la malattia che lo aveva colpito, che ne aveva condizionano la vita ma non lo spirito – commenta il sindaco Andrea Benini – il suo impegno verso il Follonica Hockey è sempre stato grandissimo, ed è anche grazie a lui, al suo impegno e alle sue qualità personali, se la società ha ottenuto i grandi risultati che l’hanno portata ai massimi livelli. Simone ha continuato a seguire la squadra anche dal suo letto di ospedale, quando era in dialisi o durante le trasfusioni, incoraggiando tutti e mandando messaggi di ottimismo tramite i social. Il suo è sempre stato per me un esempio di coraggio, ottimismo e forza: caratteristiche fondamentali per il mondo dello sport. Simone lascia un vuoto grande nella società che ha contribuito a far crescere».

Anche la stampa sportiva partecipa al lutto. «La prematura scomparsa del diesse del Follonica Hockey Simone Pantani addolora il mondo del giornalismo sportivo che perde, oltre ad un valente dirigente, un amico sempre pronto a soddisfare le necessità della nostra categoria». Lo scrive il delegato provinciale dell’Ussi di Grosseto Carlo Vellutini.

«Tutti i colleghi del mondo dell’hockey – scrive il presidente provinciale dell’Unione della Stampa Sportiva Italiana – hanno potuto conoscere le qualità umane e professionali di Simone Pantani, ma anche la forza con cui in questi anni ha combattuto la malattia, rendendo tutti partecipi del suo percorso ed allo stesso tempo suoi primi tifosi. Di lui abbiamo apprezzato, oltre alla sua disponibilità, l’attaccamento al Follonica Hockey e alla città del Golfo, ma anche le capacità relazionali e l’essere parte di un mondo in cui anche tra avversari si è, prima di tutto, amici, interpretando alla perfezione i valori dello sport. L’Ussi, anche con il presidente regionale Franco Morabito ed il direttivo toscano, è vicina alla sua famiglia ed al Follonica Hockey, porgendo loro le più sincere condoglianze».

Anche la Federazione Italiana Sport Rotellistici si stringe alla famiglia

La Federazione si stringe attorno alla famiglia Pantani e a tutta la società Follonica Hockey per la scomparsa di Simone. L’uomo è stato il direttore sportivo della prima squadra del Follonica Hockey dal 2011 ed è sempre stato un grande appassionato di hockey su pista.

«Una persona molto conosciuta in città sia per il suo amore per lo sport e, purtroppo, anche per la sfida quotidiana alla malattia che lo ha accompagnato negli ultimi anni – scrive la federazione – Era sempre presente a tutte le gare e agli allenamenti fino a pochi mesi fa. Non ha mai fatto mancare il suo contributo, sino alla triste giornata che lo ha portato via, con un malore fatale. Osserveremo un minuto di silenzio in tutte le gare del prossimo weekend».

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati