Operato dopo l'incidente: «È grazie al 118 se sono vivo» | MaremmaOggi Skip to content

Operato dopo l’incidente: «È grazie al 118 se sono vivo»

Leonardo Peccianti è ricoverato al Misericordia: la staffetta degli amici ristoratori e i suoi ringraziamenti
Leonardo Peccianti della Locanda de' Medici
Leonardo Peccianti all’interno della Locanda de’ Medici

GROSSETO. Uno schianto, poi il buio. Il risveglio all’ospedale Misericordia di Grosseto, il dolore, la paura e poi le luci della sala operatoria. Infine una prognosi di quindici giorni di ospedale e qualche settimana in più per rimettersi in piedi. Leonardo Peccianti, dopo il terribile incidente nel quale è rimasto coinvolto lunedì 9 maggio, ha scritto un messaggio ai tanti amici che in questi giorni si sono preoccupati per lui. 

Il messaggio del patron della Locanda de’ Medici

A Grosseto e in tutta la provincia, se dici Leonardo Peccianti, dici Locanda de’ Medici, uno dei ristoranti più conosciuti e apprezzati della Maremma. Lunedì 9 maggio era giorno di apertura, quando è arrivata la notizia che il 45enne era rimasto coinvolto in un incidente, sulla strada che da Macchiascandona va verso il Bozzone. Peccianti era in sella al suo scooter e si è scontrato frontalmente con un’auto che viaggiava in direzione contraria. 

Peccianti è stato soccorso e portato all’ospedale con una brutta frattura a una gamba, a causa della quale è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Venerdì 13 maggio, finalmente, la buona notizia. 

«Ciao a tutti ragazzi e grazie per l’affetto che mi avete dimostrato. Sarebbe potuta finire meglio?? non lo so, so solo che sarebbe potuta finire e non sarebbe stato giusto solo ed esclusivamente x la mia Bambina – ha scritto Peccianti sul suo profilo di facebook – L’ 8 maggio ero a trovare Mamma e le ho chiesto due cose…. come al solito ha fatto di testa sua e ha scelto Me. Avrete da sopportarmi ancora!! Oggi ho recuperato il pc e sarò un po’ più in contatto con voi ma soprattutto darò un mano a babbo (che manderà avanti la baracca ) che tra vini e ordini sta già impazzendo».

Leonardo Peccianti all’ospedale

Il post di Peccianti ha raccolto una valanga di commenti e ha fatto tirare finalmente il fiato a tutti i suoi amici e colleghi, che sono stati in attesa di sapere notizie sulla sua salute. «Ringrazio i colleghi che si sono resi disponibili a dare una mano in Locanda – scrive ancora – e a quelli che mi portano da mangiare. Mi scuso con chi aspetta un risposta, ma eravate troppi. Mi spiace per com’è andata e soprattutto perché ci sono andate di mezzo altre persone per fortuna con conseguenze meno gravi ( cosi m’han detto ) e auguro loro di rimettersi presto. Me ne starò qui in ospedale un’altra quindicina di giorni  e qualche mese per rimettermi in piedi. Un grosso grazie va a tutto il personale del 118 da quello di terra a quello di aria perché se sono qui a raccontarla è merito loro. A presto amici vi voglio bene».

Ora per il ristoratore si apre un periodo di riposo forzato. Intanto però, i colleghi ristoratori hanno avviato una vera e propria “gara di solidarietà”: un servizio da asporto speciale per l’amico Leonardo, con i piatti cucinati nei loro ristoranti e recapitati in reparto. 

 

Autore

  • MaremmaOggi

    nasce dall'idea di Guido Fiorini e Francesca Gori Notizie in tempo reale, turismo, economia, sport, enogastronomia, ambiente, informazione MaremmaOggi il giornale on line della Maremma Toscana - #UniciComeLaMaremma

    Visualizza tutti gli articoli

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati

Reset password

Inserisci il tuo indirizzo email e ti invieremo un link per cambiare la tua password.

Powered by Estatik