La Lilt potenzia l'urologia, torna il dottor Paolini | MaremmaOggi Skip to content

La Lilt potenzia l’urologia, torna il dottor Paolini

L’associazione fa anche un bilancio dell’anno 2023: il centro è tornato a erogare numerosi servizi. Più diagnosi, fatte tempestivamente, hanno aiutato la cura di numerose patologie
Dottor Riccardo paolini alla Lilt Grosseto
Il dottor Riccardo Paolini alla Lilt Grosseto

GROSSETO. Da sempre impegnata nell’attività di contrasto ai tumori, la Lilt Grosseto dedica uno dei suoi ambulatori agli screening di prevenzione urologica. Per le patologie che riguardano sia le femmine che i maschi.

Il nuovo anno accoglie un gradito ritorno alla Lilt di Grosseto, quello del dottor Riccardo Paolini, uno dei fondatori dell’associazione grossetana. Torna per dare il suo contributo, potenziando la squadra dei volontari di urologia già forte della presenza dei dottori Valerio Pizzuti e Alessandro Bragaglia.

Guarigione dai tumori: il trend è positivo

Secondo i dati (Rapporto Aiom/Airtum “I numeri del cancro in Italia 2022″), i casi di tumori sono in crescita. Nel 2022, sono state stimate circa 40.500 nuove diagnosi. Tra queste più frequenti nell’uomo sono risultate le neoplasie prostatiche (19,8% di tutti i tumori maschili).

Questo trend potrebbe scoraggiare ma in parte è il risultato dovuto all’aumento delle diagnosi. Un fattore che rende possibile agire immediatamente sulla malattia aumentando così le possibilità di guarigione. È importante quindi sottolineare quanto la cultura della prevenzione, prerogativa spesso femminile, si stia diffondendo sempre di più anche tra gli uomini.

 

Ad essere positivo è anche il bilancio delle guarigioni, così come quello della sopravvivenza che, a 5 anni dalla individuazione di un tumore alla prostata, arriva oggi al 91%.
Fra i giovani, dai 15 ai 40 anni circa, è il tumore del testicolo ad essere il più diagnosticato, con 2.200 casi l’anno, in diminuzione rispetto agli anni passati. È una malattia che, se scoperta in fase iniziale, ha una percentuale di guarigione quasi del 100%.

I dati del 2023

Il 2023 è stato un anno di crescita (sia per tipologia che per numero di prestazioni) delle attività della Lilt Grosseto e la responsabile del coordinamento provinciale Barbara Bricca rende noti i risultati riferiti agli screening di prevenzione e alle attività di sostegno ai propri soci:

  • screening urologia: 171
  • ecografie alla tiroide (inizio attività da settembre): 46
  • ecografie ginecologiche: 902
  • pap test: 654
  • ecografie addome alto (inizio attività da aprile): 54
  • screening cavo orale: 186
  • ecografie seno (inzio attività da marzo): 275
  • mammografie ed ecografie seno combinate (da febbraio a luglio): 279
  • mappature nei: 1951
  • attività di yoga: 29 iscritti
  • sostegno psicologico (consulenze pre e post operatorie): 49 sedute
  • corsi per smettere di fumare: n. 3 

Sempre nel corso del 2023 sono stati effettuati screening ed informazione nell’ambito dei seguenti progetti:

  • per soggetti fragili (in collaborazione con l’assessorato al sociale del Comune di Grosseto);
  • iniziativa “ottobre rosa” (in collaborazione con Farmacie Comunali di Grosseto);
  • iniziativa “novembre di prevenzione” (in collaborazione con associazione La Farfalla cure palliative OdV), con il patrocinio dei Comuni di Grosseto e Follonica.

Il direttore sanitario dottor Mazzocchi Bruno si è dichiarato entusiasta per i buoni risultati e grato per l’importante consulenza ricevuta dal professor Carmelo Bengala  per il progetto “Benessere e stili di vita” in corso di realizzazione tra LILT e La Farfalla ODV.

È possibile diventare soci della Lilt Aps-Ets e prenotare uno screening di prevenzione chiamando il numero 0564453261.

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati