La storica ottica abbandona piazza Dante | MaremmaOggi Skip to content

La storica ottica abbandona piazza Dante

Per decenni è stata un presidio fisso sotto ai portici, al servizio dei grossetani. Ora si trasferisce. Nella vicina via San Martino le chiusure non si fermano
Ottica e negozi chiusi maremma oggi
A sinistra l’ottica sotto ai portici, a destra alcuni dei negozi chiusi in via San Martino

GROSSETO. La storica Ottica Affede abbandona la sua sede storica, sotto ai portici di piazza Dante. I proprietari del fondo sono intenzionati a venderlo ma il prezzo proposto all’affittuario, che per decenni ha venduto occhiali a generazioni di grossetani, è risultato fuori mercato.

Quella porzione di portici ora sarà decisamente più buia: il fondo lì accanto che ospitava un negozio di abbigliamento, è vuoto da mesi. 

Come mostrano i cartelli recentemente spuntati sulle vetrine dell’ormai vecchio punto vendita, l’ottica Affede non  lascia il centro ma chiede di far riferimento all’altro negozio che da qualche anno era stato aperto a Porta Vecchia e a quello recentemente aperto in via San Martino.

A sinistra l'ottica Affede e a destra il vicino negozio di abbigliamento in centro sotto ai portici
A sinistra l’ottica Affede e a destra il vicino negozio di abbigliamento

Via San Martino, negozi chiusi e trasferimenti

Proprio la via San Martino ultimamente sembra interessata da alcune, timide, riaperture, ma le chiusure non si fermano.

Proprio l’altro ieri, sabato 20 gennaio, sotto all’insegna Gmr (ex Coin) che vende abbigliamento, sono apparsi i cartelloni che annunciano svendite con sconti fino al 70%. Sotto al “liquida tutto” è descritto il motivo: il negozio è prossimo alla chiusura.

Cercherà di vendere il più possibile quello che ha al suo interno poi abbasserà definitivamente la serranda. L’insegna Coin comunque non abbandona la via, il punto vendita “Coincasa” resta al suo posto.

Alcuni dei negozi chiusi in via San Martino
Alcuni dei negozi chiusi in via San Martino

Via San Martino faceva parte a pieno titolo del cosiddetto “salotto buono” della città, una delle vie più illuminate e frequentate del centro storico. Se è vero che alcuni punti vendita non l’hanno mai abbandonata, la differenza anche solo rispetto a un solo decennio fa è evidente.

La “desertificazione commerciale” che affligge il centro storico come un riverbero assordante, da anni sembra avere come epicentro questa via, dove la carenza di attività commerciali è particolarmente evidente.

Alcuni dei negozi chiusi in centro storico in via San Martino
Gli altri negozi chiusi in centro storico

Percorrendo via san Martino arrivando da Porta Vecchia, i primi due negozi abbandonati li troviamo poco dopo aver iniziato la passeggiata, uno accanto all’altro sulla sinistra. A spezzare il ritmo ci ha provato l’ottica che ha aperto da poco. Sulla destra, non passa inosservato il trasferimento di Mimì abbigliamento, che aveva un luminoso affaccio, lasciato probabilmente per cercarne uno migliore in corso Carducci.

Salendo, poi, almeno fino a metà via il ritmo che alterna negozi aperti a negozi chiusi, si fa quasi incalzante.

C’è anche chi prova ad aprire

Alcune serrande, chiuse oramai da mesi, non si sono mai più alzate. C’è però anche chi in via San Martino prova ad aprire. Oltre all’ottica c’è il negozio di abiti “Curvy” che aprirà nei prossimi giorni nella sede dell’ex oreficeria Peruzzi.

Il negozio Ayr vintage, si è spostato dall’angolo con via Galileo Galilei e ha acceso le luci del più luminoso punto vendita poco più avanti. A ri-accendere alcune vetrine ci ha pensato recentemente anche Retrò shop, ospite nel fondo all’angolo con via Aldobrandeschi.

Insomma, nel buio in cui sembra ancora sprofondare la via a una certa ora della sera, c’è anche chi si adopera per accendere qualche nuova lampadina

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati