Incendio al pronto soccorso, l'attività è tornata regolare | MaremmaOggi Skip to content

Incendio al pronto soccorso, l’attività è tornata regolare

Ad appiccare le fiamme è stata una paziente appena arrivata con l’ambulanza: allestito un altro bagno per pazienti e parenti. Rilievi della polizia scientifica
I mezzi dei vigili del fuoco al pronto soccorso

GROSSETO. È ancora inagibile il bagno del pronto soccorso dove nella serata di venerdì 5 gennaio si è sviluppato un incendio, che ha costretto il personale del Misericordia ad evacuare pazienti e parenti. 

 La causa dell’incendio è riconducibile a una persona senza fissa dimora che ha tentato di appiccare il fuoco agli arredi di un bagno subito dopo il suo arrivo con ambulanza del 118.

 

Sul posto sono intervenuti tempestivamente il personale del pronto soccorso in servizio e la squadra antincendio dell’ospedale che hanno spento l’incendio e messo in sicurezza l’area coinvolta ed i pazienti. Subito dopo sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia, anche se la situazione era ormai sotto controllo.

Rilievi della polizia scientifica

Sabato 6 gennaio, all’ospedale, è arrivata anche la polizia scientifica per i rilievi.

Le attività di pronto soccorso sono adesso regolarmente operative.

Il bagno, a cui è stato appiccato il fuoco è tuttora inagibile ma si è già provveduto a trovare un altro locale da adibire ai servizi igienici.
«La direzione ringrazia il personale sanitario e la squadra antincendio che durante l’evento ha operato con professionalità e dedizione – dicono dall’Asl Toscana Sud Est – 
Un ringraziamento anche per i pazienti e per i familiari che hanno compreso la situazione di disagio». 

Riproduzione riservata ©

Condividi su

Articoli correlati